Mma, cresce l’Eagle Fight Team

di Michela Santoro | 28 Aprile 2024 @ 05:00 | ATTUALITA'
Mma
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Mma – Ad una settimana dall’evento ‘Gloria Fight Tournament 3‘, tenutosi a Celano, abbiamo incontrato l’Eagle Fight Team dell’Aquila.

Tra gli sport di combattimento, la Mixed martial arts (Mma) è uno dei più dinamici e adrenalinici. Le sue radici affondano nella storia antica; influenzata da diverse discipline di combattimento, la Mma è diventata una forma d’arte marziale a sé che unisce tecnica, forza mentale e fisica in un contesto di competizione spettacolare.

Dalle arti marziali tradizionali cinesi ai giochi di lotta greco-romani, la storia è ricca di forme di combattimento che hanno contribuito a plasmare questa disciplina la cui forma attuale, tuttavia, nasce nel Brasile degli anni ’20 e ’30 ispirandosi al Vale Tudo, un tipo di competizione che consentiva ai praticanti di diverse arti marziali di confrontarsi senza molte restrizioni cui seguì il Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ), creato dalla famiglia Gracie, pilastro della attuale Mma.

Regole e Struttura

La Mma è un misto di diverse discipline di combattimento, tra cui boxe, kickboxing, muay thai, judo, jiu-jitsu, wrestling e altre ancora. Come abbiamo visto dalle immagini, gli incontri si svolgono in un recinto chiamato ‘ottagono’, simile ad una gabbia, che offre spazio sufficiente per i combattenti di muoversi e utilizzare una varietà di tecniche.

Le regole della Mma variano leggermente da organizzazione a organizzazione ma, generalmente, vietano gli attacchi agli occhi, alla gola, alle articolazioni, ai genitali e regolamentano i colpi al capo durante il takedown e il ground and pound (combattimento a terra).

Le tecniche utilizzate nella Mma includono pugni, calci, gomitate, ginocchiate, proiezioni, sottomissioni.

I combattenti, pertanto, devono essere versatili, abili a rispondere rapidamente alle mosse dell’avversario e a modificare la propria strategia in base alle circostanze.


Print Friendly and PDF

TAGS