Meteo, Bernardi: “Alluvioni lampo e distruzione”

di Redazione | 04 Dicembre 2022 @ 10:21 | AMBIENTE
iLmeteo.it
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  “Il meteorologo aquilano Stefano Bernardi lo aveva più volte detto ed in tempi non sospetti che un Mar Mediterraneo fortemente surriscaldato da un’estate “infuocata” avrebbe presentato il conto durante il corso dell’autunno e così è stato.” Afferma Nardella. “Non si contano più le alluvioni lampo che in questi mesi hanno seminato morte e distruzione. Senigallia, più volte la Sicilia ( l’ultima ieri nel messinese), il Salento, Ischia hanno scritto la storia recente di un disastro annunciato e che non può non mettere tutti d’accordo sull’importanza che hanno le previsioni meteo e della necessità che si ha di seguirle attentamente e pedissequamente. L’uomo comunque c’ha messo del suo costruendo laddove non doveva e, soprattutto, non rispondendo adeguatamente alle continue attenzioni proclamate dai previsori meteo (tra i quali il professionista aquilano) e alle allerte diramate dalla Protezione Civile. Purtroppo, come spesso accade, si chiude sempre la stalla quando i buoi sono già scappati col risultato che i provvedimenti vengono presi sempre quando il danno è fatto. Bernardi non si è mai sostituito alla Protezione Civile e se ne è sempre guardato dal farlo. Tuttavia, con prassi a dir poco consolidata ( l’ultima volta Venerdì sera nel corso della sua consueta diretta meteo andata in onda sul suo profilo facebook)  non ha mai smesso di invitare tutti ad investire sulla prevenzione e seguire alla lettera quanto suggerito dalla Protezione Civile. Un professionista che, evidentemente, ha fatto della sua passione per le previsioni meteo un’autentica risorsa per la società. Tocca a quest’ultima sfruttarne la competenza per non sbagliare e mettersi, per quanto possibile, al sicuro.” Conclude Nardella

Print Friendly and PDF

TAGS