Meritocrazia Italia, la richiesta di una strategia stabile al governo

di Redazione | 21 Gennaio 2022 @ 11:01 | ATTUALITA'
strategia stabile
Print Friendly and PDF

Meritocrazia Italia interviene per chiedere una strategia stabile al governo riguardo il rincaro delle tariffe del 13,3% a carico delle piccole e medie imprese per energia, gas, acqua e rifiuti rispetto al 2020, affermando che le prospettive per l’anno in corso non lasciano ben sperare. Infatti secondo l’associazione si pensa a ulteriori esorbitanti aumenti, non recuperabili sui listini industriali che porterebbero a degli effetti sugli equilibri finanziari e marginalità delle aziende che sono facilmente immaginabili. Altrettanto facilmente immaginabili le ripercussioni sulla tenuta del tessuto sociale.

Si rischia, a parere di Meritocrazia Italia, la sospensione temporanea dell’attività di molte aziende, soprattutto di quelle energivore e di quelle di minore dimensione. 

Meritocrazia Italia lotta per una politica industriale diversa e chiede una strategia stabile perché l’Italia non sia lasciata in balia dell’import. È fondamentale, secondo l’associazione

  •  incentivare lo sfruttamento dei giacimenti di gas presenti sul territorio, aumentando i prelievi e rilasciandolo alle industrie a prezzi calmierati;

  • introdurre agevolazioni fiscali decise sugli oneri di sistema;

  • aumentare la remunerazione del servizio di interrompibilità del settore elettrico e gas;

  • mappare le centrali in utilizzo non a pieno regime e quelle a norma ma quasi in disuso;

  • programmare una scala dei crediti di imposta e di aiuti a beneficio delle imprese italiane oggi costrette a rinunciare alle commesse per incapacità di gestione dei costi energetici;

  • provvedere alla strutturazione di reti energetiche innovative a costi calmierati.

 

In seguito, Meritocrazia Italia conclude chiedendo un’azione sinergica tra i Paesi d’Europa, con abbattimento delle barriere tariffarie e lavorando alla creazione di stoccaggi integrati europei.


Print Friendly and PDF

TAGS