Mensa di Roio, lavoratori e studenti: “Grande adesione al presidio di oggi”

di Redazione | 29 Marzo 2022 @ 15:51 | POLITICA
lavoratori e studenti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Ottimo successo riscosso dal presidio che si è tenuto stamane davanti alla Facoltà di Ingegneria di Roio. Numerosissime le presenze tra gli studenti, i lavoratori e il personale docente i quali hanno dato vita ad un’assemblea spontanea durante la quale si sono ribadite le numerose problematiche che ancora oggi affliggono i servizi relativi al diritto allo studio dell’Ateneo cittadino. Presente all’iniziativa anche il Consigliere Regionale Americo Di Benedetto.” Lo si apprende da una nota di Udu L’Aquila, Cgil L’Aquila, Flc L’Aquila e Filcams L’Aquila.

“Durante l’assemblea è emerso che, ancora una volta, i termini per la riapertura della mensa di Roio non verranno rispettati e, al contrario, la nuova data potrebbe slittare al 15 di aprile.

Dobbiamo nuovamente constatare l’assenza di tutti gli attori istituzionali che hanno responsabilità programmatorie sulle attività di servizio.

Le studentesse e gli studenti d’intesa con le lavoratrici ed i lavoratori impegnati negli appalti dell’ADSU, anche attraverso i propri rappresentanti, hanno ribadito la necessità di un’azione immediata ed urgente al fine di salvaguardare servizi e occupazione messi a repentaglio da ritardi e mancanza di programmazione da parte della Regione Abruzzo e dell’Azienda per il Diritto allo Studio.

Dovendo constatare la perdurante assenza di soluzioni concrete da parte degli Enti preposti rispetto alla paventata restituzione della attuale sede della Casa dello Studente al Demanio Militare, l’assemblea ha ribadito la necessità di continuare la mobilitazione attraverso un nuovo presidio per la giornata di domani presso la residenza Campomizzi a partire dalle ore 15.00.

Torniamo a ribadire l’immediata necessità di una visione strategica sul diritto allo studio che riconsegni dignità e certezze a studenti, studentesse, lavoratrici e lavoratori.

L’Università e il diritto allo studio devono tornare al centro dell’interesse dell’Amministrazione regionale e cittadina oggi, come sempre, assente dal dibattito.”

 


Print Friendly and PDF

TAGS