MAXXI e TRECCANI, la prima enciclopedia internazionale di arte contemporanea

di Laura Di Stefano | 16 Gennaio 2022 @ 06:00 | CULTURA
treccani maxxi enciclopedia
Print Friendly and PDF

ROMA – Giovedì 13 gennaio, presso l’Auditorium del MAXXI di Roma, è stata presentata la prima enciclopedia internazionale di arte contemporanea, da Massimo Bray (Direttore Generale Treccani), insieme a Valeria Della Valle e Vincenzo Trione (Direzione Scientifica Enciclopedia Treccani Arte Contemporanea), con lo scrittore Emanuele Trevi, introdotti da Bartolomeo Pietromarchi, direttore MAXXI Arte. 

L’opera Treccani Arte Contemporanea coinvolge 435 autori e oltre 3.600 lemmi, viene preso in considerazione tutto il panorama artistico del XX e del XXI secolo, inserendo non solo opere e artisti, ma anche storici, teorici, critici e curatori che hanno avuto un ruolo importante in questi anni. E’ suddivisa in voci monografiche, voci tematiche, voci contenitore, voci interdisciplinari e transnazionali, raccogliendo e specificando tutte le aree dell’arte dal 1900 al 2021.

“L’arte contemporanea del Novecento e del Duemila ha cambiato sostanzialmente i suoi mezzi di produzione e i suoi significati, adattandosi ai tempi e al nostro modo di vivere, per interpretare le istanze del presente, individuando spazi e momenti di riflessione e di confronto sulle grandi questioni del nostro tempo”, ha affermato Massimo Bray, direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana. “La sua ’liquidità’ e la fitta rete di relazioni che intesse con la nostra vita sociale, economica e culturale la rendono difficile da indagare in modo ordinato ed esaustivo. L’opera Arte contemporanea si propone, dunque, di restituire un’architettura possibile della materia, una raccolta ragionata e un racconto corale delle maggiori esperienze artistiche della nostra epoca”.

Il progetto nasce nel 2020, con la collaborazione tra Treccani e il MAXXI per il decennale del museo, scegliendo di produrre dieci opere in edizione limitata, di autori come Alfredo Jaar, Remo Salvadori e Nico Vascellari.

L’opera presenta un progetto grafico innovativo a cura di Polystudio e una ricca selezione di immagini e opere. In ogni volume è pubblicata un’opera d’arte inedita ispirata all’idea di enciclopedia, di alcune delle maggiori figure dell’arte contemporanea, invitate a rappresentare uno specifico continente: Anish Kapoor l’Asia, William Kentridge l’Africa, Anselm Kiefer l’Europa e Joseph Kosuth l’America. A queste opere si aggiunge nel primo volume un portfolio di Shirin Neshat, artista che da sempre si muove tra mondi e linguaggi diversi.


Print Friendly and PDF

TAGS