Maxxi L’Aquila, giovedì l’inaugurazione del padiglione estivo Dandalò

Sempre giovedì appuntamento con Claudio Strinati e il suo volume "Caravaggio e Vermeer. L’ombra e la luce"

di Redazione | 19 Luglio 2022 @ 16:05 | CULTURA
MAXXI
Print Friendly and PDF

L’AQUIA  –  Al via il doppio appuntamento Giovedì 21 Luglio al MAXXI L’Aquila: alle 18.30, per la serie Libri, appuntamento con Claudio Strinati e il suo volume Caravaggio e Vermeer. L’ombra e la luce. A seguire, in Piazza Santa Maria Paganica, verrà inaugurato Dandalò, il padiglione estivo ideato dalle architette Valentina Merz e Lara Monacelli Bani di Atelier Remoto, vincitrici della prima edizione di NXT, programma della Fondazione MAXXI dedicato alla promozione di una giovane generazione di architetti di talento e alla valorizzazione dello spazio pubblico.

A presentarlo saranno: Bartolomeo Pietromarchi, direttore MAXXI L’Aquila; Margherita Guccione, Direttore scientifico Grande MAXXI; Pippo Ciorra, curatore NXT; Cornelia Mattiacci, mentor del gruppo Atelier Remoto e dalle autrici del progetto. Presente anche Pierluigi Biondi, Sindaco del Comune dell’Aquila che ha fornito sostegno e patrocinio al programma NXT.

Il padiglione sarà a disposizione di turisti e cittadini fino a metà settembre e proporrà una nuova prospettiva sullo spazio pubblico e le sue potenzialità proprio come richiesto dal bando NXT e come evidenziato dai giurati che hanno scelto il progetto Dandalò apprezzandone “l’eleganza e la narratività attenta e consapevole rispetto al territorio aquilano (…)  la realizzabilità, la spazialità efficace nel sottolineare il contributo che il museo dà allo spazio pubblico della città”.

NXT è un’iniziativa nata dalla lunga e fortunata esperienza di YAP – Young Architects Program, il programma frutto della partnership tra il MAXXI e il MoMA PS1, che nelle sue otto edizioni ha offerto a uno studio di architettura emergente l’opportunità di realizzare un’installazione temporanea nella piazza del museo MAXXI a Roma per l’estate. Esaurita l’esperienza romana, NXT si propone ora come strumento per mettere a frutto il grande patrimonio di esperienze e di proiettarle nella realtà aquilana, che si è dimostrata in questo primo anno di MAXXI L’Aquila particolarmente capace di accogliere istanze e di trasformarle in iniziative di successo.

In questa prima edizione sono stati quattro gli studi di giovani architetti invitati a confrontarsi sotto la guida di altrettanti esperti in qualità di mentors individuati dalla Fondazione MAXXI.

Oltre al vincitore, Atelier Remoto proposto da Cornelia Mattiacci, gli altri studi coinvolti sono stati: AMAA con il progetto Parnassus (mentor Simone Gobbo, studio Demogo), Carrasso + Renna con il progetto MAXXI Foresta (mentor Matilde Cassani) e Andrea Tabocchini Architecture (mentor Emanuele Marcotullio) con il progetto Urban Stage. A valutare i progetti è stato un gruppo di esperti e rappresentanti delle istituzioni coinvolte che, insieme ai membri della giuria del Premio italiano di Architettura, hanno decretato il vincitore premiato lo scorso 14 giugno a Roma quale Miglior giovane progettista durante la cerimonia finale della terza Edizione del Premio italiano di Architettura promosso da MAXXI e da Triennale Milano.

La Project Room di MAXXI L’Aquila ospita, inoltre, dal 1° Luglio una mostra che include disegni, schizzi e modelli delle proposte e che permette di conoscere più da vicino le diverse soluzioni adottate per rispondere alle richieste del bando.

Prima dell’inaugurazione di Dandalò, il MAXXI L’Aquila ospiterà un appuntamento della serie Libri, parte del programma di intrattenimento culturale del museo dedicata alle recenti uscite editoriali e sostenuta da BPER Banca.

Protagonista dell’appuntamento lo storico dell’arte e appassionato divulgatore Claudio Strinati che, in dialogo con il giornalista e artista Gregorio Botta e con Bartolomeo Pietromarchi, presenterà il volume edito da Giulio Einaudi Editore Caravaggio e Vermeer. L’ombra e la luce dedicato a due artisti, punte di diamante delle più importanti scuole pittoriche del loro tempo che, praticando generi diversi e avendo vite agli antipodi, sono stati, ciascuno a proprio modo, maestri nell’uso della luce. Con un’attenzione rivolta alle connessioni profonde e alle inevitabili differenze, Claudio Strinati presenta nel volume i due artisti come Minerve uscite dalla testa di Giove: entrambi sembrano nascere perfetti, con uno stile già compiuto, ed entrambi muoiono dopo una parabola breve e intensa, consegnando alla storia i capolavori che ancora oggi ammiriamo. L’incontro continua l’approfondimento sul proficuo e affascinante rapporto tra classicità e contemporaneità nei contesti artistici e museali già affrontato in altri eventi al MAXXI L’Aquila, punto d’incontro tra l’architettura tardo-barocca di Palazzo Ardinghelli e le nuove forme della creatività del XXI secolo.

 L’AQUILA FENICE Venerdì 22 luglio verrà pubblicata la quinta puntata de “L’Aquila Fenice” la serie podcast prodotta da Spotify Studios in collaborazione con Chora Media e MAXXI dedicata alla duplice narrazione fatta di voci e testimonianze per raccontare il rapporto tra la memoria del terremoto e le prospettive future della città dell’Aquila. Al seguente indirizzo è possibile ascoltare le puntate già pubblicate: https://open.spotify.com/show/2fxzSw5a1T4tlAzWH8wuFO. Venerdì 29 verrà pubblicata la sesta e ultima puntata.

NUOVI ORARI Fino al 2 ottobre sarà in vigore il nuovo orario estivo: mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 12 alle 20 (ingresso possibile fino a un’ora prima della chiusura, quindi fino alle 19). Il giovedì il museo sarà aperto dalle 16 alle 23 (ultimo ingresso alle 22).

Tariffa Ridotta per i residenti nel Comune dell’Aquila che fino al 2 ottobre avranno diritto all’ingresso con ticket da 5 Euro.


Print Friendly and PDF

TAGS