Maxi-emergenze, pronto un progetto Univaq-Leonardo spa

di Redazione | 16 Luglio 2022 @ 11:08 | ATTUALITA'
leonardo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA A meno di due mesi dall’inaugurazione del centro di simulazione Simulaq e del Centro studi per l’emergenza sanitaria “Luca Tonini” al dipartimento di Medicina clinica, sanità pubblica, scienze della vita e dell’ambiente (Mesva) dell’università dell’Aquila, diretto da Guido Macchiarelli, è in fase avanzata di discussione il progetto che vedrà collaborare fattivamente la Scuola di specializzazione di Anestesia e rianimazione dell’ateneo aquilano e Leonardo spa, l’azienda partecipata al 30% dal ministero dell’Economia attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza.

Si è appena concluso, infatti, un corso sperimentale di simulazione medica avanzata ad alta fedeltà finalizzato a operazioni di elisoccorso presso la Training Academy della Divisione Elicotteri di Leonardo a Sesto Calende. Si è trattato di un percorso formativo importante e unico nel suo genere sul territorio italiano, che ha impiegato tecnologie mai utilizzate prima per la formazione in ambiente estremo come simulatori ad alta fedeltà e realtà virtuale. Il tutto sotto la guida esperta di istruttori d’eccezione: ingegneri aeronautici, tecnici e medici esperti in elisoccorso.  

“L’elisoccorso – spiega il direttore della scuola di specializzazione di Anestesia e rianimazione dell’Aquila Franco Marinangeli – ha oggi un ruolo chiave nella gestione delle emergenze sul territorio, e ne avrà ancora di più in futuro per la costruzione di nuovi, indispensabili, modelli sanitari. Avere in Italia un’azienda leader in questo settore dotata di un proprio centro di formazione dedicato è un’occasione unica per la formazione delle nuove generazioni di medici. Questo corso di formazione ci ha permesso di sperimentare una metodologia didattica che andremo a utilizzare per diversi progetti futuri, primo tra tutti un master specialistico per la formazione in emergenza e maxiemergenza in area critica. Esso avrà un format particolarmente innovativo e potrà contare su strutture e tecnologie all’avanguardia, anche grazie alla collaborazione con la divisione Elicotteri di Leonardo. L’Abruzzo, negli ultimi anni, è stato martoriato da emergenze e maxiemergenze ed è quindi fisiologico che l’università, facendo tesoro delle criticità che ha dovuto affrontare, onori la sua missione e si occupi di formare le giovani generazioni ad affrontarle adeguatamente. È quella che si definisce resilienza”. 


Print Friendly and PDF

TAGS