Marinelli accusa Marsilio di fuggire dal confronto. Sigismondi smentisce 

AGGIORNAMENTO - Marinelli replica a Sigismondi su confronto D’Amico-Marsilio

di Redazione | 06 Febbraio 2024 @ 18:30 | VERSO LE ELEZIONI
sigismondi
Print Friendly and PDF

“Ci risiamo, il Partito democratico, per il tramite del coordinatore regionale, inventa un’altra occasione per attaccare il presidente Marco Marsilio, sostenendo una presunta fuga da un confronto con il suo sfidante. Ritengo questo atteggiamento surreale e indicativo della mancanza di idee per l’Abruzzo e di argomenti utili a sostenere il loro candidato che, come è noto, non scalda i cuori degli abruzzesi e neanche degli elettori del centrosinistra. Prendo atto che il coordinatore regionale del Pd ha anche la presunzione di voler gestire l’agenda del presidente Marsilio, decidendo i suoi appuntamenti elettorali. Se invece di pensare a Marsilio, Marinelli seguisse l’agenda e le attività del suo candidato presidente scoprirebbe che il 16 febbraio è in programma il primo confronto, a dimostrazione che nessuno intende fuggire. Prima di scrivere comunicati, Marinelli farebbe bene a rivolgersi alla segreteria del suo candidato presidente, per rendersi conto di quante richieste di incontri stanno arrivando in questi giorni da diversi angoli della regione, da varie associazioni. Impossibile arrivare ovunque e per non fare torto a nessuno si è scelto, al momento, la soluzione migliore per raggiungere il maggior pubblico possibile attraverso i confronti televisivi, la strada più coerente da cui nessuno scappa. Capisco che il candidato Presidente del centrosinistra abbia molto tempo libero in questi giorni, capisco anche la premura di Marinelli di colmargli l’agenda, ma non si può pretendere che sia proprio Marsilio a riempire le sue giornate”. È quanto afferma il senatore e segretario regionale di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi.

AGGIORNAMENTO

Marinelli replica a Sigismondi su confronto D’Amico-Marsilio

L’AQUILA – “Siamo felici di leggere le parole del solerte Sigismondi, tra i pochi parlamentari abruzzesi che Fratelli d’Italia ha eletto in Abruzzo alle ultime elezioni politiche. 

Felici che dopo lunghe settimane di timidezze e di incertezze, Marsilio ci comunichi che accetta finalmente di confrontarsi con D’Amico: sono evidentemente lontani i tempi in cui, sicuro di vincere, pensava di potersi sottrarre. Siamo felici per l’Abruzzo, che ha il diritto di ascoltare i due candidati confrontarsi sui programmi, sulle idee, sulle proposte per il futuro della Regione. 

Nonostante i moltissimi impegni di questi giorni, D’Amico è disponibile a confrontarsi in ogni sede e in ogni luogo, perché è il confronto che serve all’Abruzzo per scegliere. 

Comprendiamo che l’agenda di Marsilio sia molto fitta. Il Presidente è sempre in giro con le forbici in mano per tagliare nastri per opere progettate e finanziate dalla giunta precedente, sempre pronto ad imbracciare attrezzi, indossare caschi da cantiere o costumi da bagno. 

Molto presto le abruzzesi e gli abruzzesi potranno scegliere. D’Amico o Marsilio. Manca solo un mese: siamo certi che in questi ultimi trenta giorni qualsiasi genere di confronto tra i due candidati farà bene all’Abruzzo e aiuterà i cittadini a decidere il loro futuro”.

Così in una nota Daniele Marinelli, segretario regionale del PD Abruzzo


Print Friendly and PDF

TAGS