Maria SS. Madre di Dio. Liturgie a piazza Duomo

di Redazione | 30 Dicembre 2021 @ 18:49 | CREDERE OGGI
Print Friendly and PDF

Nella Chiesa di S. Maria del Suffragio a Piazza Duomo, le celebrazioni per la Solennità di Maria SS. Madre di Dio, saranno contrassegnate dalla presenza dei bambini della Comunità ‘interparrocchiale’ del centro storico di L’Aquila, composta dalle Parrocchie di S. Marco Evangelista, S. Massimo nella Cattedrale, S. Giusta e S. Francesco di Paola. 

Con la celebrazione della messa vespertina nella vigilia della solennità della Madre di Dio e il Te Deum di ringraziamento, che avrà luogo il 31 dicembre 2021 alle ore 18:00, nella Chiesa di S. Maria del Suffragio, la comunità, si ritroverà per ricordare a ognuno di noi alla fine di questo anno civile 2021,  che la storia umana è guidata da Dio. A lui va il nostro ringraziamento per i doni ricevuti e la nostra supplica per la vita nuova che sempre Egli ci offre. È un anno particolare quello che ora si conclude, segnato ancora una volta dal dramma della pandemia per il Covid-19. Non c’è modo migliore per concludere un anno se non quello di sostare in preghiera.

In particolare, questo 31 dicembre, sarà anche l’occasione per rinnovare la gioia e il ringraziamento della comunità parrocchiale di S. Marco Evangelista per i 38 bambini battezzati nel corso dell’anno passato.

Perciò, dopo i riti di comunione, sarà esposto il SS.mo Sacramento, per un tempo di breve ma intensa preghiera per i piccoli che hanno intrapreso il cammino dell’iniziazione cristiana, per le loro famiglie, per ogni altra sentita intenzione e per le necessità di questo periodo di ancora grande difficoltà generale.

A conclusione verrà intonato l’antico inno del Te Deum Laudamus, espressione di lode e di gratitudine, ma anche di invocazione del soccorso divino per le vicende dell’uomo, a cui seguirà la particolare benedizione dei presenti con l’ostensione eucaristica. Due sono gli atteggiamenti che guidano questa celebrazione vespertina, come suggerisce anche il testo del Te Deum, che verrà cantato al termine della celebrazione eucaristica delle ore 18:00: la richiesta di perdono e il rendimento di grazie. Entrambi scaturiscono dalla fede, che è il contrario del peccato. La fede infatti nasce dall’ascolto della Parola di Dio, mentre il peccato ne è il rifiuto. La fede ci permette di trasformare anche gli eventi più tristi in occasioni di crescita e di riscoperta dei valori più profondi, a volte assopiti in fondo al cuore. Noi rinnoviamo il proposito per il nuovo anno non solo di voler accogliere la Parola fatta carne, ma di volerla avere costantemente davanti agli occhi come riferimento immutabile e unico del nostro pellegrinaggio terreno.

Nel giorno della solennità, sabato 1° gennaio 2022, le Ss. Messe Solenni seguiranno l’orario festivo, ore 10,00 ore 11,30 e ore 18,00, e in ogni Messa, subito dopo i riti di comunione, verrà intonato il canto del Veni Creator Spiritus, per invocare i doni e l’accompagnamento dello Spirito Creatore sul nuovo anno.

La celebrazione delle ore 18,00 sarà preceduta dalla celebrazione solenne dei Secondi Vespri della Solennità di Maria SS. Madre di Dio, che avrà inizio alle ore 17,30.

Tutte le funzioni avranno luogo nel rispetto delle normative vigenti nei luoghi di culto e quindi con mascherina, igienizzazione e distanziamento.

 


Print Friendly and PDF

TAGS