Manovra, via libera al rinvio delle cartelle esattoriali

I lavori della Commissione Bilancio del Senato sulla manovra economica

di Redazione | 21 Dicembre 2021 @ 12:06 | ATTUALITA'
emendamento d'Alfonso
Print Friendly and PDF

ROMA (ITALPRESS) – Hanno preso il via nella notte i lavori della Commissione Bilancio del Senato sulla manovra economica. La seduta è slittata più volte, dopo diverse riunioni tra Governo e maggioranza. Resta ancora da sciogliere il nodo del superbonus. Secondo l’intesa raggiunta la riformulazione dovrebbe cancellare il tetto Isee di 25mila euro per le villette unifamiliari, ma l’emendamento è stato subito accantonato per ulteriori approfondimenti.

Approvato il rinvio delle cartelle esattoriali.

“Ci siamo battuti e lo abbiamo ottenuto. Passa al Senato l’emendamento per il rinvio delle cartelle esattoriali. Si avranno 6 mesi per pagare cartelle notificate entro marzo 2022, senza sanzioni e interessi di mora. Una vittoria politica di Forza Italia di cui sono orgoglioso”, scrive su Twitter Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia.

Tra le norme approvate, il bonus mobili che innalza il tetto di spesa da 5.000 a 10.000 euro, come ha riferito la sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento e senatrice Pd, Caterina Bini. Via libera anche all’emendamento che incrementa di 5 milioni le risorse per i diritti e le pari opportunità, il cosiddetto Reddito di Libertà, e 3 milioni per il fondo per le attività di formazione propedeutiche all’ottenimento della certificazione di parità di genere. Approvato anche lo sgravio contributivo al 100% a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato di primo livello per giovani under 25.

Viene incrementato il fondo per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico. Via libera anche a 25 milioni in due anni per il contrasto ai disturbi dell’alimentazione. (ITALPRESS).

La Manovra è attesa in Aula al Senato alle 15.30 di oggi. Lo ha chiesto il presidente della Commissione Bilancio, Pesco, al termine delle votazioni su Rendiconto2020 e Bilancio interno 2021. L’Aula di Palazzo Madama ha approvato entrambi. Il Rendiconto è passato con con 205 voti favorevoli, 2 contrari e 5 astenuti; il Bilancio interno ha avuto 196 sì, 2 no e 5 astenuti.


Print Friendly and PDF

TAGS