Mamme per L’Aquila: “No all’internalizzazione del call center Inps senza clausola sociale”

di Redazione | 23 Settembre 2021, @05:09 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Contro l’internalizzazione del contact center Inps alla Inps Servizi Spa, senza l’utilizzo della clausola sociale, dice no anche l’associazione Mamme per L’Aquila.

Scendiamo in campo anche noi per gli oltre 500 lavoratori solo a L’Aquila del contact center INPS. Realmente preoccupate per quanto afferma il Presidente Tridico, si starebbe stabilendo un’apertura di una selezione pubblica e non tutelare da chi oltre 10 anni svolge egregiamente questo lavoro!

É ancora più grave che l’INPS che si occupa di previdenza sociale non si preoccupi della clausola sociale applicata finora da tutte le aziende private che hanno vinto l’appalto.

Ci sono mamme ma anche famiglie dentro il call center dell’INPS e L’Associazione Mamme per L’Aquila sollecita tutte le parti politiche della cittá ad effettuare incontro con il Predidente Tridico! Si deve scongiurare un disastro sociale di 500 famiglie solo a L’Aquila.

Noi fino ad ora siamo rimaste a guardare ma ci scrivono in ogni dove di intervenire affinché di sensibilizzi l’opinione pubblica!

Il Call center dell’INPS deve rimanere a L’Aquila e riasdorbire ogni singolo lavoratore con clausola sociale annessa!

L’Associazione, afferma il presidente Valeria Baccante é con tutte le famiglie che stanno vivendo in un particolare momento che riguarda tutti ulteriore stress interrogandosi sul loro futuro. Sottolineo inoltre che sarebbe un vero disastro economico non solo per le famiglie, na anche per l’intera cittá!
Inoltre il call center Comdata a scadenza contratto deve essere incentivato affinché abbia tutte i presupposti per rimanere qui a L’AQUILA e creare nuovi posti di lavoro! Ricordiamo che il callcenter COMDATA é un o dei più importanti d’Italia!

Sicure di un riscontro immediato con le parti sociali, non abbandoneremo i lavoratori


Print Friendly and PDF

TAGS