Maltempo, Ursini (Geolab): “Evitare i rischi adottando i giusti comportamenti”

di Marianna Gianforte | 19 Gennaio 2023 @ 05:38 | CULTURA
ursini
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Anche se nelle prossime ore dovrebbe esserci un leggero miglioramento delle condizioni meteorologiche, dopo tante ore di maltempo che sta attanagliando mezza Italia e anche la provincia dell’Aquila, la situazione che si è venuta a creare in diverse zone dell’Aquilano nella giornata di ieri e dell’altro ieri induce a riflettere sulla necessità di mantenere sempre alta l’attenzione nei confronti di eventuali condizioni di rischio e di emergenza, preparandosi ad adottare i comportamenti giusti. E il pensiero va subito alle frane che hanno spazzato via intere zone dell’isola di Ischia solo poche settimane fa (e dove in queste ore 400 persone sono state portate negli alberghi), o alla tragedia delle Marche, che a metà settembre ha ucciso dieci persone. 

A spiegare come comportarsi in caso di maltempo e, soprattutto, di allerte importanti come quelle in corso da tre giorni, è Elio Ursini del laboratorio Geolab dell’università dell’Aquila e appartenente alla Lares (l’unione nazionale laureati esperti in protezione civile): “Ogni cittadino, quando si tratta di prevenzione, gioca un ruolo fondamentale – spiega Ursini -; e così, ciascuno di noi deve conoscere il proprio territorio, specialmente le sue zone di rischio, e sviluppare una coscienza di protezione civile per essere cittadini ‘attivi’ e responsabili, scaricare dai siti dei propri Comuni i piani di protezione civile (qui quello del Comune dell’Aquila)”. Ogni cittadino attivo deve, dunque, sapere adottare i comportamenti giusti per evitare situazioni di criticità: ad esempio, evitare di uscire di casa se piove intensamente; oppure moderare la velocità se si è in viaggio e non entrare nei sottopassi; non fare il bagno nel mare agitato; non stare vicini a un albero isolato se è in corso un temporale mentre siamo in alta quota; salire ai piani alti se si sta verificando un’alluvione; non percorre viali alberati e non passare vicino alle impalcature se c’è vento molto forte; evitare di avvicinarsi ai bordi di un fiume in piena per fare una foto. “.

In caso di allerte gialle o arancioni, poi, aggiunge Ursini, “occorre informarsi sullo stato delle condizioni meteorologiche attraverso i giusti canali, ad esempio il sito ufficiale dell’agenzia regionale della protezione civile, oppure il sito del dipartimento nazionale della protezione civile. Esiste anche la app ‘Allarmeteo’ che mette in guardia sull’evoluzione delle condizioni meteorologiche”. 

 

 

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS