Magnus Carlsen abbandona la Sinquefield Cup

di Enrico M. Rosati | 09 Settembre 2022 @ 06:30 | CHECKMATE
Abbandona Magnus-Carlsen
Print Friendly and PDF

Quando il più grande giocatore dell’era moderna abbandona la scacchiera e non partecipa al turno successivo è impossibile che non si alzi un polverone tale da rendere necessari chiarimenti, e in caso, scuse. Aprendo un quasliasi giornale che tratta di scacchi, così come Youtube, è impossibile non sentire la notizia che nel giro di poche ore ha fatto il giro del web: Magnus Carlsen abbandona la coppa dopo la sconfitta contro Hans Niemann.

Abbandona

Una cosa che ha fatto parlare molto è il tweet del giocatore che ha commentato l’accaduto con una citazione dell’allenatore Mourinho che afferma: “Se parlo sono nei guai”.

Due le ipotesi più plausibili secondo il web:

  1. Magnus Carlsen si è ritirato per paura che qualcuno nel suo team abbia svelato la sua preparazione per questo torneo. 
  2. Il ritiro del campione è dovuto al fatto che si teme Hans Niemann abbia barato

Imbrogliare negli scacchi è estremamente difficile, soprattutto ai tempi moderni, ma per citare il grande campione russo Ian Nepomniachtchi “Non si può essere mai sicuri che qualcuno non bari, alla fine l’unico modo per scoprirlo è che mentre si sta giocando cada un auricolare dall’orecchio”

A motivare le accuse, oltre alle mosse incredibilmente accurate e brillanti di Hans, sono gli errori di quest’ultimo nello spiegare come sia arrivato a portare a casa la vittoria. Infatti, nel parlare della sua preparazione cita una partita inesistente da cui sembra aver preso ispirazione, cosa assai rara quando qualcuno presumibilmente passa decine di ore a studiare una partita pur di trovare i punti deboli e nuove idee. Lo stesso vale per un’analisi di Hans della partita giocata contro Alireza, infatti mentre afferma di essere in vantaggio con il bianco in una determinata posizione, il computer la valuta come -6. 

Eppure, il fatto che nel medio gioco egli abbia commesso degli errori rende inverisimile questa versione, nonostante a tutti gli effetti Hans, aspettandosi delle accuse di cheating, avrebbe potuto semplicemente smettere di seguire le linee del computer così da non destare troppi sospetti. 

Reputata impossibile l’ipotesi dei leak da parte del team di Carlsen, infatti è una squadra incredibilmente solida. Inoltre, se delle informazioni fossero trapelate, questo sarebbe successo durante tornei più importanti come il Campionato del Mondo. 


Print Friendly and PDF

TAGS