La procura di Roma ha chiesto il sequestro conservativo della societa’ TTT e Paradiso Immobiliare facenti capo all’ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi, accusato di appropriazione indebita aggravata in relazione all’ammanco dalle casse del partito di 13 milioni di euro.

Dopo aver posto i sigilli sui conti della ‘TTT’ e della ‘Paradiso Immobiliare’, dove sono stati trovati poco meno di 500mila euro, i magistrati puntano a ‘congelare’, attraverso il sequestro delle quote delle società, gli immobili riconducibili all’indagato, l’appartamento in via Monserrato, a Roma, e una villa a Genzano.

L’iniziativa dei Pm, che aspettano il via libera del Gip, è legata, stando a quanto filtra da ambienti parlamentari, al fallimento della trattativa tra i vertici della Margherita e lo stesso Lusi finalizzata alla restituzione di parte della somma sparita.

 

Commenti

comments