Luigi Di Maio: “Mettiamo fuori uso i barconi dei migranti”

di Redazione | 31 Luglio 2020 @ 11:10 | POLITICA
Di Maio
Print Friendly and PDF

ROMA – Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’intervista al Corriere spinge affinché la Tunisia fermi le partenze dei migranti: “I gommoni sfuggono ai radar, sembra l’Albania di vent’anni fa”. L’ambasciatore di Tunisi è stato convocato con urgenza alla Farnesina.

“Il tema migranti non è un gioco. Qui non si tratta di avere una linea dura o meno, non c’è e non deve esserci un approccio ideologico al tema, ma deve essere concreto”. Ha dichiarato il ministro.

“La questione degli sbarchi, unita al rischio sanitario con la pandemia è un tema di sicurezza nazionale. È chiaro a tutti che c’è un rischio sanitario e non bisogna bloccare gli sbarchi, ma proprio le partenze. Dobbiamo agire alla radice del problema”.

E ha continuato: “Abbiamo avuto più di 35 mila morti per il coronavirus e se qualcuno è sottoposto a quarantena non può pensare di violare le regole italiane e andarsene in giro liberamente”.

In conclusione ha affermato che “bisogna lavorare subito ad un accordo con le autorità tunisine affinché sequestrino in loco e mettano fuori uso barchini e gommoni utilizzati per le traversate”

 


Print Friendly and PDF

TAGS