Lolli salva il figliol prodigo Pietrucci, “Il Pd da solo non basta”

di Matilde Albani | 09 Giugno 2020 @ 07:00 | POLITICA
zizzetto
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Se da tre anni nel Pd aquilano, si registrano solo fuoriuscite, la colpa è solo della sconfitta che abbiamo rimediato dopo dieci anni di Governo”, così risponde a Laquilablog l’ex vice presidente della Giunta Regionale d’Abruzzo, Giovanni Lolli, “Pierpaolo Pietrucci, ha posto un problema serio, sbagliando la forma però. Se pensiamo di essere l’alternativa a Biondi, praticamente rimasto solo, allora non abbiamo capito nulla”.

Lolli ci racconta che ha sacrificato la giornata del suo 70esimo compleanno, per mettere le “pezze” alla sortita di Pietrucci. Insieme a Silvio Paolucci, a metà strada sulla Roma – L’Aquila, da vero leader carismatico ha ricucito il presunto strappo.

Quando gli chiediamo se la guida del partito debba essere lasciata in tutto e per tutto nelle mani di figure nuove, piuttosto che continuare in continui tentativi di restaurazione, si smarca subito e dice: “Io sono uscito per fare spazio – fra poco diventerò anche nonno, quindi riverserò le mie attenzioni altrove. Vincono solo le squadre larghe, questo è”.


Print Friendly and PDF

TAGS