Locatelli e Abrignani: “Anche per i ristoranti al chiuso il Green Pass, così il Covid è più leggero”

di Redazione | 18 Luglio 2021 @ 15:18 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
misure
Print Friendly and PDF

ROMA – “Sì all’obbligo anche per i ristoranti al chiuso. Se ci vacciniamo tutti il Covid sarà come l’influenza”. E’ la posizione del Cts, Comitato tecnico scientifico, da parte del suo coordinatore e presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Franco Locatelli e dell’immunologo Sergio Abrignani.

Quindi estendere l’obbligatorietà del Green Pass anche ai ristoranti al chiuso così da garantire il contenimento dei casi e, al contempo, incentivare le vaccinazioni.

Locatelli e dell’immunologo Sergio Abrignani. In due diverse interviste rilasciate a Repubblica e al Corriere della Sera, hanno fatto un’analisi della situazione attuale della pandemia di Covid, spiegando come sia fondamentale intensificare la campagna vaccinale. ”Credo che vadano fatte scelte per contrastare la ripresa della circolazione virale. Dare accesso a determinate attività a chi è stato vaccinato, o comunque ha il certificato verde, è una strategia inevitabile. A titolo personale, dico che va considerato seriamente anche il Green Pass per mangiare al chiuso nei ristoranti. Peraltro, chi esita a tornare nei ristoranti credo che lo farebbe con più tranquillità sapendo che vi hanno accesso persone con il certificato”, ha detto Locatelli.


Print Friendly and PDF

TAGS