L’Italcaccia Pescara chiude la stagione con un bilancio molto positivo in termini di tutela ambientale

La tappa finale a Città Sant’Angelo ricca di premi

di Redazione | 11 Agosto 2021, @12:08 | SPORT
Gabriele Ermesino
Print Friendly and PDF

CITTA’ SANT’ANGELO – Si è conclusa, nei giorni scorsi, con la III prova cinofila, la lunga tournee di manifestazioni organizzate dall’Associazione Venatoria Italcaccia di Pescara.
Scopo precipuo ripopolare un territorio “libero” con l’immissione di tantissima selvaggina autoctona e, nel contempo, offrire la possibilità, ai concorrenti partecipanti, di confrontarsi tra loro con l’ausilio dei propri soggetti.
La prova si è svolta nel comune di Città Sant’Angelo (Pesacara) ed è stata organizzata dalla sede provinciale di Pescara dell’Italcaccia, di concerto con la locale sezione, guidata dal Presidente: Valter Camerano e tutto il suo staff organizzativo.
“I grandi passi dell’Italcaccia, nell’ultimo anno”, chiarisce il Presidente regionale Italcaccia Abruzzo Francesco Verì,” stanno delineando un percorso importante che dà lustro al lavoro dei cacciatori locali che, sempre più, si rivolgono alla cinofilia per valorizzare e coronare il proprio lavoro. Il confronto, che le prove organizzate dall’Italcaccia offrono, è infatti in grado di porre qualsiasi risultato sotto i riflettori della cinofilia locale e questo sia da un punto di vista tecnico sia da un punto di vista zootecnico ma, anche, sotto il profilo sociale. Poter, infatti, mostrare a un vasto pubblico i propri soggetti, e quindi il proprio lavoro”, aggiunge il presidente della sezione provinciale di Pescara Gabriele Ermesino,” non è un dettaglio di poco conto; così come poter contare su palestre tanto perfette quanto i terreni messi a disposizione, su un’organizzazione così forte da permettere il confronto tra più di 40 cani e saper accogliere tanti visitatori tra uomini donne e bambini. Sono stati tanti gli appassionati che hanno seguito le tre prove organizzate dall’associazione anzidetta, applaudendo le prestazioni dei cani in campo e festeggiando i vincitori in un clima di sereno e fraterno confronto. L’organizzazione”, conclude Valter Camerano, presidente della sezione comunale,” augura un sentito “in bocca al lupo” per il nuovo anno venatorio a tutti i cacciatori partecipanti, ed esprime il ringraziamento più profondo a Davide D’Arcangelo, titolare di Marzazzill carne, per l’allestimento del ricco e gustoso stand gastronomico, che ha favorito ancora di più il clima goliardico e di simpatia tra tutti i presenti”.

La gara cinofila è stata giudicata da Gabriele Ermesino e da Pasqualino Treccia che, con l’aiuto dei loro collaboratori, hanno decretato i vincitori delle diverse categorie, assegnando i rispettivi premi tra prodotti alimentari e trofei. Con l’occasione è stato consegnato anche un premio al soggetto che ha totalizzato più punti nelle 3 prove svolte. L’Italcaccia di Pescara, inoltre, assicura che si sta lavorando per un grande progetto di ripopolamento, su terreni liberi, con l’immissione di selvaggina autoctona, salvaguardando e rispettando le attuali normative ambientali. Sarà premura di questa associazione, organizzare nel corso del prossimo anno numerose prove cinofile per selezionare e individuare soggetti da presentare sia al Campionato Nazionale di Caccia Pratica sia al Campionato Italiano Italcaccia.
Di seguito la classifica della prova:

CATEGORIA INGLESI GARISTI
Luca Centorame con S.I. Mosè;

CATEGORIA CONTINENTALI GARISTI
1 – Luca Centorame con K. Magan;

CATEGORIA CACCIATORI
Enzo Chiavaroli con S.I. Axel;
Nicola Rapini con P.I. Etna;
Elio D’Onofrio con S.I. Uru;
Alfonso Gargivolo con S.I. Goran;
Ilario Controguerra con S.I. Lyio;
Marco Valli con S.I. Dea;
Ugo Taglieri con S.I. Tina
Nicola Rapini con K. Dick
Pierluigi Massi con S.I. Neve

CAMPIONE PROVINCIALE ITALCACCIA PESCARA
Elio D’Onofrio con P.I. India

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS