L’India pronta a lasciare il segno alle Olimpiadi degli Scacchi

di Enrico M. Rosati | 29 Luglio 2022 @ 06:12 | CHECKMATE
Olimpiadi
Print Friendly and PDF

Gli Stati Uniti e la Russia sono nazioni che, nel mondo degli scacchi, hanno sempre lasciato il segno – soprattutto nelle Olimpiadi degli Scacchi. Nonostante la schiacciante vittoria di Ian Nepomniachtchi al Torneo dei Candidati e la presenza di molteplici Gran Maestri russi che hanno fatto la storia del gioco quali Dubov Karjakin, la Russia come prevedibile non parteciperà alle Olimpiadi a Chennai. Come molto spesso negli scacchi, la scelta del luogo è ricolma di eventi drammatici, infatti questo evento avrebbe dovuto tenersi a Mosca, ma dopo l’invasione l’India si è aggiudicata di divenire casa della competizione mettendo sul piatto 10 milioni di dollari. Questa competizione sottolinea la presenza di un nuovo epicentro nel mondo degli scacchi, infatti anche a seguito dei strabilianti risultati di Viswanathan Anand e più recentemente Praggnanandhaa Rameshbabu che ha battuto Magnus Carlsen, l’India viene considerata una presenza impossibile da ignorare nel mondo scacchistico. 

La squadra favorita è indubbiamente quella statunitense, composta da giocatori il cui punteggio medio supera i 2700, anche noti come Super GMs, tra i quali l’ex sfidante di Magnus Carlsen e giocatore che si è contraddistinto nel Torneo dei Candidati, l’italo-americano Fabiano Caruana. Ha fatto discutere la non presenza di Hikaru Nakamura nel team, ma di fatto i campioni statunitensi sono tanti da rendere inevitabile l’assenza di qualche big. Non è la prima volta, nelle Olimpiadi, che gli statunitensi sono i favoriti ma nell’edizione del 2022 il pronostico è dovuto principalmente all’assenza russa. Nel 2018, a differenza del 2022, c’erano oltre 5 team il cui punteggio medio superava la soglia dei 2700, infatti oltre alla Russia, USA ed alla Cina c’erano l’Azerbaijan e l’India. 

A causa di complicazioni di salute, Teimour Radjabov, all star dell’Azerbaijan e anche lui ex candidato, non parteciperà e questo ha causato una perdita massiccia di punteggio medio. Lo stesso per l’India, infatti l’ex Campione del Mondo Anand non parteciperà attivamente. 

Un team che avrebbe potuto fare la differenza alle Olimpiadi è la Francia, ma Maxime Vachier-Lagrave e Alireza Firouzja non parteciperanno a causa delle condizioni climatiche in India. 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS