Liberi di Donare, a L’Aquila il racconto della giustizia riparativa

di Alessio Ludovici | 20 Novembre 2021 @ 06:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Premiati ieri a L’Aquila i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato con le loro opere al Contest Liberi di Donare, un progetto del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità del Ministero della Giustizia, dell’Istituto Italiano della Donazione (IID), ente promotore, con la partecipazione dei Servizi minorili del paese. 

Si tratta di ragazze e ragazzi seguiti dai servizi minorili e dalla giustizia che, attraverso l’espressione artistica e culturale, hanno potuto raccontare un po’ se stessi, i loro problemi, anche i loro errori. Ragazzi impegnati profondamente a lavorare su stessi e la loro nuova vita. Sostenuti dalle realtà istituzionali del territorio, l’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni e l’annesso Centro di Prima Accoglienza, i ragazzi hanno potuto partecipare al Contest Liberi di Donare. Ad aiutarli l’Istituto Cinematografico dell’Aquila La Lanterna Magica che tramite il videomaker Andrea Ranieri ha realizzato, in stretta collaborazione con le ragazze e i ragazzi, il video “Il dono del talento” che verrà rilasciato pubblicamente nei prossimi giorni ed è stato mostrato in anteprima ieri. 

In mattinata ci sono stati gli interventi delle massime autorità del mondo della giustizia minorile del territorio, un mondo che da tempo in Italia sperimenta e attua interventi di giustizia riparativa secondo le direttive del Consiglio d’Europa. Un tema importante che inizia a farsi strada anche nell’esecuzione penale per gli adulti. Una rivoluzione culturale che dalla funzione retributiva delle condanne punta a sanare i conflitti generati dai reati ed a promuovere processi di riconciliazione tra reo e vittima. Si tende finalmente a garantire alla vittima uno spazio di cura, di ascolto e tutela. L’esperienza nel mondo dei minori dimostra come questo nuovo paradigma sia efficace nella prevenzione della recidiva e nella crescita delle persone e delle comunità territoriali. A discuterne a L’Aquila, ieri, la presidente del Tribunale per i Minorenni, Cecilia Angrisano, Cinzia Di Stasio, segretario generale dell’Istituto per la Donazione, David Mancini, procurate della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni. 

L’ANCE, infine, che ha ospitato nella sua struttura la manifestazione a titolo gratuito, a cura dell’ente di formazione bilaterale ESE-CPT ha presentato le esperienze e le opportunità di percorsi formativo/lavorativi nelle arti e nello spettacolo. 


Print Friendly and PDF

TAGS