L’Eurovision degli Alberi monumentali, in gara un castagno italiano di 3mila anni

di Alessio Ludovici | 10 Febbraio 2022 @ 06:00 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Non solo Eurovision, anche per i nostri alberi c’è un Contest europeo annuale. Si scegli l’albero monumentale più bello e importante del continente. Nel 2021 l’Italia arrivò seconda con il platano di Curinga in Calabria.  La Direzione generale delle foreste del Mipaaf quest’anno invita a votare il Castagno dei cento cavalli che nel 2022 rappresenta l’Italia in Europa. E’ il più vecchio castagno conosciuto, si trova in Sicilia, e forse anche il più grande del mondo. Attualmente è infatti composto da tre grandi fusti che secondo alcuni studiosi condividono lo stesso apparato radicale. 

E la leggenda vuole che regina Giovanna d’Aragona, durante le piogge, fosse solita riparare con tutti i suoi cavalieri sotto le fronde di questo enorme albero di 10 metri di circonferenza. Da allora viene chiamato Castagno dei 100 cavalli. Per votarlo basta andare al seguente link.

Di alberi monumentali, fortunatamente, ce ne sono ancora anche a L’Aquila. Quelli già censiti al Mipaaf sono facilmente rintracciabili grazie a Google map, un ottima scusa per escursioni con famiglie e amici. Ma ce ne sono sicuramente altri che meritano di essere censiti. Tanti raccontano storie e sono simboli delle loro comunità, come quelli di Preturo di cui abbiamo parlato qui. 


Print Friendly and PDF

TAGS