Lettera aperta al Sindaco Biondi su intitolazione a Berlusconi dell’aeroporto G. Tamburro

A scriverla, Fabiola Raffaella Tamburro, sorella di Giuliana

di Redazione | 20 Settembre 2023 @ 05:00 | CRONACA
tamburro
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Dell’altro ieri la decisione del Consiglio comunale di intitolare un luogo della città a Silvio Berlusconi, una via o una piazza o, addirittura l’aeroporto di Preturo, già intitolato a Giuliana Tamburro, scomparsa la notte del 6 aprile 2009 con il figlioletto di nove anni. 
 
Laureata in ingegneria elettronica, Giuliana Tamburro era coordinatrice del settore Ricerca tecnologie e programmi dell’Enac. 
 
Di ieri sera, la lettera aperta che la sorella di Giuliana, Fabiola Raffaella Tamburro invia al Sindaco Biondi al fine di scongiurare ‘l’offuscamento’ del nome della sorella, qualora si decidesse di affiancarlo al nome di Silvio Berlusconi.
 

Il testo della lettera

 
Egregio Signor Sindaco, 
 
Abbiamo ascoltato il servizio del Tg3 regionale di ieri, 18 settembre, circa l’Odg approvato dal Consiglio comunale Dell’Aquila di intitolare un luogo della città a Silvio Berlusconi. Tra le proposte trapelate vi è quella di intitolargli l’aeroporto dei Parchi di Preturo, magari affiancando il nome del presidente a quello di mia sorella.
La proposta, in linea di principio, non vede contrari noi famigliari, anche se non potremmo non esprimere il nostro rammarico se la cosa andasse in porto,  perché sicuramente il nome di Silvio Berlusconi finirebbe per oscurare quello di Giuliana. Ma, al di là della naturale nostra “debolezza umana”, vorremmo fare un ragionamento circa l’opportunità di intitolare ad un uomo di levatura internazionale un piccolo aeroporto. Già. Forse chi ha avanzato la proposta ignora che il 21 giugno scorso la Regione Lombardia ha approvato un Odg, presentato dal consigliere Manfredi Palmeri, che ha avviato l’iter per intitolare al padre di Forza Italia l’aeroporto di Milano-Malpensa, aeroporto non solo di interesse nazionale, ma strategico ed hub internazionale.
 
Dato che non ci risulta che ci siano in Italia due aeroporti intitolati alla stessa persona, se la proposta di dedicare un luogo aquilano a Berlusconi ricadesse sull’aeroporto “Giuliana Tamburro” forse potrebbe precludergli l’intitolazione di un aeroporto di tutt’altro livello e prestigio. Così se il Consiglio comunale Dell’Aquila ha ritenuto di dover intitolare un luogo cittadino significativo a Silvio Berlusconi potremmo suggerire di intitolargli, al momento dell’inaugurazione, il palazzo Margherita d’Austria, sede del Comune che, completamente ristrutturato dopo i gravi danneggiamenti derivati dal sisma del 2009, diventerebbe il simbolo del riconoscimento del popolo aquilano a colui che, da Presidente del Consiglio, coordinò la difficile ricostruzione riuscendo a salvare dal gelido inverno migliaia di cittadini consegnando loro, in tempi record, altrettante abitazioni.
 
Prima però di passare a ricordare le motivazioni che spinsero l’Enac, su richiesta del Comune Dell’Aquila, a intitolare l’aeroporto di Preturo a mia sorella, ci permetta, Signor Sindaco, di evidenziare che tale intitolazione era derivata anche dal fatto che Giuliana, come evidenziò subito Miriam Mafai in un articolo su “Repubblica” all’indomani del tragico terremoto (“La mia amica Giuliana, morta con il suo bambino”) , era “Il simbolo di una nuova generazione di donne abruzzesi, la cui intelligenza sarebbe stata messa non solo al servizio della propria carriera e della propria famiglia ma al servizio del nostro Paese”.
In altre parole la scrittrice evidenziava come, nel giro di una sola generazione, le donne abruzzesi avevano dimostrato di essere capaci di passare da una condizione di diffuso analfabetismo a rappresentare l’Italia in consessi internazionali. Forse, Signor Sindaco, anche per questo l’aeroporto del capoluogo regionale d’Abruzzo merita di portare il nome di una donna abruzzese.
La Ringrazio per l’attenzione. 
 
 
Fabiola Raffaella Tamburro – Vasto 
 
Inoltre, Raffaella Tamburro riporta il testo integrale di un articolo sull’intitolazione dell’Aeroporto dei Parchi a sua sorella Giuliana, leggibile al link di seguito riportato.
 
 
Infine, in allegato all’ email, Raffaella Tamburro ricorda che lo scorso Aprile, a Roma,  la sorella sia stata ricordata durante l’incontro del gruppo di lavoro internazionale Jarus sulla regolamentazione dei droni che fu fondato anche da lei.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Print Friendly and PDF

TAGS