Schermata 2014-01-31 alle 12.34.33di Matilde Albani, L’Editoriale – Partiamo dalla favola di Biancaneve. “Specchio.. specchio delle mie brame, chi è il più bello del reame?”. Quando lo specchio dice a Giorgio De Matteis che non è solo lui , allora scatta la scomunica nei confronti del consigliere comunale dell’Udc (suo stesso partito) Raffaele Daniele, che essendosi fatto “largo” negli ultimi tempi, ha osato troppo.

Con questa fiaba, è lo stesso consigliere Daniele, a raccontarci a mezza bocca come sono andate le cose. Alla sua prima esperienza, nell’ultimo anno, si è distinto in maniera egregia, soprattutto perché le cose se le studiava. Se non fosse stato per lui, i numeri tarocco dell’Assessore Pelini sull’assistenza alla popolazione, sarebbero rimasti tali ancora per molto. E su questo hanno rosicato in molti. Per una serie di iniziative personali, Raffaele Daniele, peraltro già scaricato da Ferella Imprudente e Colonna rientrati a comando nella casa madre, ha peccato di lesa maestà, diventando il traditore del Re, è finendo dritto dritto nel libro nero di Giorgio De Matteis, alle prese in questi giorni su dove ri-collocarsi e con chi. Raffaele Daniele, che cerca in tutti i modi di non rispondere alle nostre domande, definisce una ” discussione pacata”, lo scontro al veleno di una settimana fa con lo stesso De Matteis. Alla fine però afferma, (come nelle favole) che “.. si uccide solo chi può dare fastidio”. Ascoltiamo l’intervista..

 [vsw id=”vU0FAo4kr6Q” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Servizio e testo Matilde Albani, riprese Elisabetta Di Giorgio

Commenti

comments