Lelio De Santis: “Città ha scelto Biondi, si faccia autocritica in silenzio!”

di Redazione | 17 Giugno 2022 @ 11:35 | POLITICA
de santis Mura urbiche
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Il messaggio di Lelio De Santis riguardo la lotta iniziata nel centrosinistra: “Si faccia autocritica in silenzio!”

“La città ha scelto in modo inequivocabile Pierluigi Biondi come Sindaco per il secondo mandato, nonostante alcuni limiti nella precedente gestione amministrativa e nonostante alcune decisioni discutibili, che io ed altri consiglieri abbiamo criticato, ma sempre in modo costruttivo.

Il centrosinistra nelle due versioni, al centro ed a sinistra, non ha valorizzato il lavoro svolto in Consiglio, ma soprattutto non ha avuto la consapevolezza della necessità di una Proposta politica unitaria credibile.

Ora gli scontri sulle responsabilità della disfatta elettorale sui social e nelle stanze segrete appaiono tardive ed inutili e fanno male più della sconfitta!

Invito tutti ad una seria autocritica sulle cause oggettive, che vengono da lontano e che hanno diversi volti e che, soprattutto, attengono ad una Classe dirigente inadeguata e lontana dai bisogni reali di una società cambiata dopo il sisma.

Nel frattempo, c’è una città da amministrare ed anche i Gruppi di opposizione devono fare la loro parte, anteponendo l’interesse generale ai regolamenti di conto che non possono durare altri 5 anni!

Sull’ attività amministrativa quotidiana si può ritrovare la sintonia fra i due gruppi di minoranza che, sulle proposte concrete, possono meglio recuperare un rapporto empatico con i cittadini delusi.

Ed i problemi da affrontare sono tanti e complessi, dalla visita del Papa al rilancio della città d’arte e di cultura, della ricostruzione pubblica ferma al destino del Progetto Case, dallo sblocco di importanti opere pubbliche, come il Parco urbano di Piazza d’armi, alla realizzazione delle Scuole di Formazione.

In questo impegno gravoso il Sindaco e la sua maggioranza non vanno lasciati soli, ma stimolati e criticati, ma anche aiutati nell’interesse della città.

A tal fine, Il Sindaco potrebbe favorire un’azione di collaborazione fra i diversi gruppi consiliari sui problemi più importanti e sulle scelte più qualificanti perché ci sia più informazione e più condivisione rispetto al passato.

La strada è lunga e richiede l’impegno di tutti: da parte di un Sindaco forte e legittimato dal voto ed anche delle minoranze, che hanno bisogno di tempo per rigenerarsi ed alle quali non deve interessare il motto “tanto peggio tanto meglio”, ma solo dimostrare con i fatti di avere idee e proposte migliori!” conclude De Santis


Print Friendly and PDF

TAGS