Legnini nelle intercettazioni tra giornalisti e magistrati dell’inchiesta su Palamara

di Redazione | 24 Maggio 2020 @ 16:27 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Anche l’ex vice presidente del Csm Giovanni Legnini, abruzzese da poco nominato commissario per la ricostruzione post-terremoto del centro Italia, compare nelle intercettazioni tra giornalisti e magistrati nell’inchiesta su Luca Palamara, il pm ex presidente dell’Anm finito nella bufera dopo essere stato indagato per corruzione.

In una, in particolare, secondo quanto hanno rivelato, tra gli altri, Libero e Dagospia, Palamara e Legnini discutono su come “orientare” La Repubblica.

Il colloquio verte sulla necessità di riequilibrare gli articoli che sono usciti con Repubblica e risale al 29 maggio 2019, quando il magistrato parla con Legnini, nel frattempo cessato dalle funzioni al Csm e tornato in Abruzzo dove, dopo la sconfitta alle elezioni, è consigliere regionale del centrosinistra

Palamara: e tu dici che con Liana lo posso fare?
Legnini: si ma Liana conta poco la dentro
Palamara: no… Claudio Tito
Legnini: Claudio Tito conta ..il tema è orientare il gruppo,adesso Repubblica su un linea diversa …. Io non so il Fatto Quotidiano adesso La Verità, su cosa virerà perché la loro posizione è contro Pignatone.
Palamara: esatto
Legnini: quindi c’è una operazione di orientamento
Palamara: e allora devo parlà pure con Repubblica..
Legnini: se vuoi parlo io , ho rapporti al massimo livello… dimmi tu….riflettici….
Palamara: io con Claudio Tito ho un rapporto…
Legnini: lo conosci bene… e allora parla con lui deve passare la linea della vendetta nei tuoi confronti….

“Questo non è certo ciò che ci si aspetta da quello che si dice un ‘uomo delle istituzioni dall’alto profilo'”, commenta su Facebook la capogruppo del Movimento cinque stelle al Consiglio regionale Sara Marcozzi, postando un articolo con l’intercettazione.

“Il M5S dovrebbe seriamente riflettere sulla opportunità di chiederne le dimissioni dall’importante ruolo che gli è stato di recente affidato”, aggiunge.


Print Friendly and PDF

TAGS