Lega: Febbraro lascia, “partito ridotto ai minimi termini. Io non ci sto, vado altrove”

di Redazione | 07 Dicembre 2021 @ 15:02 | POLITICA
lega
Print Friendly and PDF

TERAMO – “La Lega in provincia di Teramo continua la sua corsa verso il precipizio; non contenti della fuoriuscita di consiglieri nei comuni di Giulianova, Silvi, Teramo, Pineto e Montorio, ad oggi, è ridotta a lumicino e si appresta ad essere battuta dalle civiche locali anche alle elezioni provinciali. Dinanzi ad una situazione di oggettivo disfacimento si assiste all’inerzia e alla sottovalutazione di un fenomeno di esodo che sta riducendo la Lega ai minimi termini: il cenacolo di un  ‘giglio magico‘ che si riduce sempre più di numero non smuove l’inerzia degli attuali dirigenti incapaci di fare analisi e di dare risposte ai territori. Io non ci sto”, scrive Fiore Febbraro, già segretario cittadino di Silvi, già commissario di Atri, Giulianova, Tortoreto e Montorio al Vomano.

“Dopo anni di militanza lascio un partito irriconoscibile  in quanto lontano dagli ideali da sempre patrimonio della Lega. Io non ci sto, andrò altrove per trovare spunti e occasioni per la buona politica del fare”,  conclude Febbraro.

 

Print Friendly and PDF

TAGS