Le associazioni: “La Farmacia n. 22 Tempera deve rimanere nel nostro paese”

di Redazione | 26 Giugno 2021, @03:06 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Diverse associazioni di Tempera, Amministrazione degli Usi Civici di Tempera, Parrocchia S. Maria in Tempera, Centro Sociale Anziani, Pro Loco Tempera, Comitato Tempera Onlus, Associazione Tempera Onlus, Associazione Polifonica Tempera, Gruppo Volontari di Protezione Civile Tempera, Associazione Pesca Sportiva Tempera, Associazione Culturale il Pungolo Tempera, hanno inviato una lettera aperta al sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, contro “lo scippo della sede della nuova farmacia che, pur essendo nominata FARMACIA N. 22 TEMPERA, si vorrebbe ubicarla su via Fioretta a Paganica, lasciando con un palmo di naso le persone anziane della nostra frazione”.

QUESTA E’ LA LETTERA

al Sindaco della Città dell’Aquila
Pierluigi Biondi

Lettera aperta
Oggetto: ubicazione della nuova farmacia sul territorio di Tempera
Egregio sig. Sindaco,
nel post terremoto, esattamente nel 2012, l’allora Giunta Comunale, avvertendo il bisogno di concedere servizi essenziali agli abitanti delle frazioni, cresciuti nel numero a seguito dell’ubicazione dei Progetti CASE e dei Map, decise di richiedere e autorizzare l’apertura di quattro nuove sedi di Farmacie e precisamente:
numero 19 nella frazione di Sassa,
numero 20 nella frazione di Bazzano
numero 21 nel quartiere di Pettino/Cansatessa
numero 22 nella frazione di Tempera
Tale nuova disposizione fu accolta e approvata, nello stesso 2012, dalla Giunta Regionale, che emanò un bando pubblico, straordinario, per l’assegnazione e l’insediamento delle nuove farmacie. Tale iter burocratico si è concluso solo oggi, a ben nove anni di distanza dalla richiesta del Comune dell’Aquila, e con somma sorpresa, i cittadini di Tempera si vedono oggi, scippare la sede della nuova farmacia che, pur essendo nominata FARMACIA N. 22 TEMPERA, si vorrebbe ubicarla su via Fioretta a Paganica, lasciando con un palmo di naso le persone anziane della nostra frazione, che già pregustavano la possibilità di recarsi in farmacia senza avere la necessità di essere accompagnati. In questo modo è distorta la volontà della Giunta Comunale che, anche con una successiva delibera, la numero 408 del 2016, confermava l’ubicazione, come dimostrato dalla planimetria allegata alla delibera stessa, che indicava con un cerchio rosso proprio la nostra frazione di Tempera. Adesso, purtroppo, ci troviamo nelle condizioni di ritrovarci l’apertura di una nuova farmacia, badate bene, denominata FARMACIA N. 22 TEMPERA a ben tre kilometri di distanza, tra Paganica e Bazzano, zona peraltro già servita da una farmacia esistente e una in fase di assegnazione, mentre tutta la zona ovest della frazione di Paganica e tutto il territorio di Tempera rimangono scoperte per tale servizio. Le Associazioni di Tempera, compresa la locale Parrocchia, lanciano un appello all’Amministrazione comunale, che lei ha l’onore di rappresentare, chiedendo di rispettare le esigenze dei nostri concittadini, che hanno estrema necessità di un presidio farmaceutico. Infine, saremmo lieti di ospitarla a Tempera, nei modi e nei tempi che le saranno possibili, per discutere di questo problema e di altri che attanagliano la nostra frazione.

Distinti saluti

Amministrazione degli Usi Civici di Tempera, Parrocchia S. Maria in Tempera, Centro Sociale Anziani, Pro Loco Tempera, Comitato Tempera Onlus, Associazione Tempera Onlus, Associazione Polifonica Tempera, Gruppo Volontari di Protezione Civile Tempera, Associazione Pesca Sportiva Tempera, Associazione Culturale il Pungolo Tempera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS