Lavoratore si fa licenziare ma è costretto a rimborsare la Naspi

di Cristina D'Armi | 30 Ottobre 2020 @ 06:46 | LA LEGGE E LA DIFESA
iconoscimento Indennità di malattia più facile nel 2021
Print Friendly and PDF

UDINE – C’è chi non ha lavoro e farebbe di tutto per averlo e chi, invece, avendolo, raggira il sistema per farsi licenziare. E’ successo a Udine dove un  operaio si è assentato  dal lavoro per indurre l’azienda al recesso per poi ricevere l’indennità ma, per il giudice, la ragione è del datore di lavoro a cui spetta anche il  diritto al rimborso della somma pagata all’Inps. E’ la prima volta che un lavoratore viene condannato nonostante la sua condotta sia rispettosa non solo della legge ma anche delle regole contrattuali. Eppure, per il giudice la condotta ha avuto un  fine non legittimo: indurre il licenziamento per ottenere la Naspi, assicurazione sociale per l’Impiego atta a garantire una continuità di reddito per coloro che incorrono in un periodo di disoccupazione INVOLONTARIA.

La decisione di riconoscimento del diritto la risarcimento del danno è stata presa dal Tribunale di Udine nella sentenza 106/2020 e si è sostanzialmente basata sull’accertamento  della “provenienza della volontà  risolutiva del rapporto di lavoro”. Infatti,  è stato adeguatamente provato  che l’iniziativa di porre fine al rapporto è stata presa al solo fine di farsi licenziare  e poter così aver diritto alla Naspi. L’azienda si è opposta  al decreto ingiuntivo presentato  dal lavoratore per crediti da retribuzioni non ancora corrisposte, ed ha chiesto di essere risarcita del costo del tiket Naspi di 1469 euro.

Secondo la ricostruzione, il lavoratore avrebbe manifestato la necessità di interrompere il rapporto di lavoro, ma invece che dimettersi ha chiesto all’azienda di essere licenziato per poter beneficiare dell’indennità. Di fronte al rifiuto dell’impresa, il dipendente si è assentato in modo ingiustificato fino a “costringere” il datore a procedere al licenziamento disciplinare  per giusta causa.


Print Friendly and PDF

TAGS