30 anni fa l’ultimo scudetto della Polisportiva L’Aquila Rugby

di Michela Santoro | 27 Marzo 2024 @ 05:00 | SPORT
L'Aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sono passati quasi 30 anni da quando, il 23 aprile 1994, al Plebiscito di Padova, la Polisportiva L’Aquila Rugby vinse il suo quinto e ultimo scudetto ‘asfaltando’ il Milan di Berlusconi.

Una conquista talmente lontana per tutti coloro che ruotavano nel mondo del rugby che il Milan, superfavorita, era stata data in finale contro il Treviso.

E invece no. La squadra di Mascioletti conquistò la vetta e fu una vittoria collettiva, di tutta la città. Perché, con i neroverdi di allora, scese in campo tutta L’Aquila e fu un tripudio d’amore e sostegno.

Non fu un ‘semplice’ scudetto; quel giorno si decretò, a livello nazionale e oltre, l’identità di una città tutta unita intorno ai valori della palla ovale. Una squadra sostenuta da centinaia di tifosi che la seguirono fino a Padova per abbracciarla sin dai primi eccitati momenti di una partita terminata 23 a 14, per poi scortarla fino a casa e festeggiarla in Piazza Duomo, dove il resto della popolazione aspettava per abbracciare gli eroi del momento. Fu un bagno di aquilanità, quel giorno.

Non ricordo quale quotidiano, il giorno dopo, titolò ‘L’Aquila batte Berlusconi’, forse il Manifesto. In quel titolo, tutto il senso di quella vittoria ovvero la narrazione di una piccola città di provincia, seppur capoluogo, che con tenacia e sopratutto cuore ( e solo quello) aveva combattuto, vincendo, una squadra di professionisti nata e costruita per vincere.

Indimenticabile! Il prossimo mese, per ricordare quel giorno memorabile, ci saranno una serie di iniziative che inizieranno il giorno 21 aprile per terminare il 28.

Ieri, a Palazzo Margherita, la presentazione degli eventi in programma.

“Era doveroso omaggiare e celebrare un momento così straordinario per la storia sportiva di questa terra. – ha commentato il sindaco Biondi – Che questi festeggiamenti cadano a pochi giorni dal quindicesimo anniversario del sisma del 2009 assume un valore particolarmente significativo: lo sport è stato, oltre che fattore di crescita dei nostri giovani, un elemento identitario e di coesione sociale”.

Ne abbiamo parlato con il  Gm della Polisportiva, Gino Troiani, organizzatore degli eventi e con il presidente del Comitato Fir Abruzzo, Marco Molina.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa erano presenti anche l’assessore allo sport, Vito Colonna; il consigliere Livio Vittorini;  il presidente onorario della Polisportiva L’Aquila Rugby, Antonio Di Zitti e l’ex rugbista Prof. Pino Fugaro. Tantissimi le vecchie guardie in sala, uno fra tutti Massimo Mascioletti.

Un salto indietro, il tabellino

Stadio “Plebiscito” di Padova, 23 aprile 1994.

Polisportiva L’Aquila Rugby-Milan 23-14

Marcatori: 8′ cp Dominguez (0-3), 23′ cp Troiani (3-3), 29′ cp Troiani (6-3), 40′ m. Pedroni (6-8), 42′ cp Dominguez (6-11), 54′ cp Troiani (9-11), 56′ m. Gerber (14-11), 60′ cp Troiani (17-11), 75′ cp Troiani (20-11), 77′ cp Dominguez (20-14), 80′ cp Troiani (23-14).

Polisportiva L’Aquila Rugby: Ghizzoni; Gerber, Morelli, Massimi, De Ciantis; Troiani, F. Pietrosanti; Cicino, Caione, V. Di Carlo; Colella, Visser; D’Onofrio, Mas. Alfonsetti, Castellani. All. Mascioletti.

Milan: Vaccari; Crotti, Bonomi, Tommasi (80′ Platania), Marc. Cuttitta; Dominguez, Gomez; Milano (51′ Berni), Capuzzoni, Cicciò (48′ Beretta); Croci, Pedroni; Properzi Marengoni, Mass. Cuttitta. All. Milano.

Arbitro: Morandin di Padova.


Print Friendly and PDF

TAGS