L’Aquila, via libera alla rivoluzione del Pums. Ora verso il Consiglio comunale

di Alessio Ludovici | 08 Marzo 2021 @ 12:18 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Approvato in Giunta il Pums, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Quasi tre anni di lavoro, ora c’è la seconda fase di osservazioni e approvazione in Consiglio Comunale. Un piano importante per la Città. “La risposta – ha affermato il sindaco Biondi durante la presentazione del Piano stamattina – a chi sostiene che questa amministrazione non ha un’idea di città”. Un piano ambizioso, da 200 milioni di euro, di questi però, specifica Ciurnelli una buona parte è già assegnata o in essere dentro altre linee di finanziamento.

A presentare il Piano questa mattina il sindaco Biondi, l’assessore Carla Mannetti e l’ingegner Ciurnelli, coordinatore scientifico del Piano.

“La programmazione – spiega Biondi – sta accompagnando la ricostruzione pubblica e privata, ma nel nostro caso la programmazione è andata di pari passo anche con l’attività amministrativa, con iniziative come gli incentivi per la mobilità o il rinnovo del parco mezzi del Comune”.

L’adozione in Giunta è solo una prima fase, ma l’adozione permette di entrare nella fase di approvazione definitiva. Ora, per legge, ci saranno 60 giorni di tempo per le osservazioni al Piano, da parte di chiunque sia interessato, dopodiché verrà steso il documento definitivo che verrà sottoposto al consiglio Comunale. Ma l’approvazione in Giunta permette anche, hanno spiegato in conferenza stampa, di provare ad accedere alla programmane di risorse nazionali ed europee, come il Recovery plan, il piano infatti è anche dotato di Vas.

La Mannetti ha ripercorso il corposo lavoro fatto e ringraziato sia l’ufficio del Piano sia i cittadini che hanno contribuito con le loro osservazioni ed idee. Un grazie anche all’Urban Center che ha coadiuvato il Comune in questa prima fase del percorso partecipativo con incontri in tutte le frazioni. Numerose le azioni già messe in campo, dalla redazione del Biciplan, il piano della sosta, le nuove fermate, gli incentivi alla mobilità, la riqualificazione del Terminal di Collemaggio. 

Contestualmente al Pums inoltre è stato adottato in Giunta il piano della Sosta e a breve verrà approvato anche il Biciplan. Sono alcuni dei piani integrativi ed attuativi del Pums. Sono in corso di elaborazione il piano del Trasporto pubblico, il piano del Traffico, quello per le barriere architettoniche ed il piano della Logistica sostenibile.

Gli interventi principali

Del Pums ed i suoi contenuti abbiamo parlato spesso. Ciurnelli ha fatto un primo sunto delle principali indicazioni strategiche ed operative in esso contenute. C’è il metrobus, la linea elettrica veloce tra Coppito ed il Terminal. C’è la Sassa Paganica sul tracciato delle rete ferroviaria, con la realizzazione di una nuova fermata a Sant’Elia, e c’è il collegamento a fune per Roio.  Sono previsti anche 4 nodi di scambio, 21 ciclo stazioni. Ci sono 15 stazioni di ricarica per le ciclabili, 9 punti di consegna e ritiro per il bike sharing. Quindi gli interventi sulla rete stradale, e ciclabile per complessivi 36km di rete ciclabile fondamentale. Ci sono 8 piani di percorsi scuola lavoro, che vanno elaborati dagli enti coinvolti, come Università, Regione, Asl, ecc.

Il Piano della Sosta…

Uno dei nodi fondamentali sarà la sosta di cui è stato approvato già il piano e verrà illustrato nel dettaglio prossimamente. Tra i parcheggi previsti nel Pums ci sono la Croce Rossa, Porta Leoni, il sindaco ha detto che con l’Ater siamo a buon punto, via XX Settembre e Villa Gioia. A questi si aggiungono Viale Gran Sasso e il polo di Collemaggio e un parcheggio per residenti a San Silvestro.

…e i finanziamenti

Sul fronte dei finanziamenti, come detto, il punto lo ha fatto Ciurnelli. Il piano è da 200 milioni di euro. Di questi, 56 sono risorse già assegnate. Altri 45 sono dentro linee di finanziamento collegate alla mobilità del Comune dell’Aquila come ad esempio gli interventi di Rfi, stesso discorso per il rinnovo del parco mezzi. Sul resto delle risorse si dovrà lavorare, anche in project financing è stato detto in Giunta. “Il Pums per L’Aquila non finisce oggi – ha affermato Ciurnelli quasi commosso – ma inizia, spero che questa città abbia il futuro che merita”


Print Friendly and PDF

TAGS