L’Aquila, via libera al bonus comunale per le famiglie in condizioni di disagio economico

di Redazione | 30 Marzo 2020, @06:03 | ATTUALITA'
bignotti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La Giunta comunale dell’Aquila ha approvato gli indirizzi per l’erogazione del contributo economico ‘una tantum’ per l’annualità 2020, in favore dei nuclei familiari con reddito isee inferiore a 6 mila euro, residenti nel Comune dell’Aquila e con età inferiore a 65 anni.

Lo rendono noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alle Politiche sociali, Francesco Bignotti, che ha proposto la delibera approvata dall’esecutivo.

“Abbiamo ritenuto che fosse necessario adottare da subito atti che in questo periodo di emergenza sociale possano lenire le difficoltà economiche delle famiglie – ha spiegato Bignotti -. Proprio in virtù di questa emergenza, si è scelto di varare il provvedimento con tempistiche differenti rispetto al passato e per questo la delibera è stata approvata dall’esecutivo prima degli anni precedenti”,

“Le risorse complessivamente previste dal Comune dell’Aquila per il 2020 nel vigente Piano sociale distrettuale d’ambito – hanno proseguito Biondi e Bignotti – sono pari all’importo massimo di 200mila euro, da erogarsi in virtù della graduatoria dei nuclei familiari ammessi e secondo gli specifici importi assegnati a ciascuno di essi. Nei prossimi giorni gli uffici del settore Politiche per il benessere della persona emaneranno l’avviso pubblico che conterrà tutte le specifiche del caso, comprese le modalità di consegna delle domande che sarà necessariamente legata alla contingenza della situazione in atto”.

Biondi e Bignotti hanno inoltre precisato che “si tratta di una somma importante che andrà ad aggiungersi ai fondi che arriveranno dallo Stato, per i quali siamo già a lavoro per identificare le modalità procedimentali corrette e i criteri oggettivi per l’identificazione dell’utenza target, che deve essere accertata, oltre che tra quella in costante stato di bisogno, anche tra ‘i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19’. Ciò, nonostante le difficoltà che i provvedimenti di Stato in materia generano nei Comuni per l’assenza di criteri chiari e per l’eseguità delle somme a disposizione. I cittadini aquilani – hanno detto ancora sindaco e assessore – potranno in ogni caso contare, da qui ai prossimi mesi, su oltre 700mila euro complessivi per far fronte alle criticità economiche, di cui oltre la metà messi direttamente a disposizione con le risorse del bilancio comunale, considerando che si è dato anche un impulso decisivo affinché in questi giorni vengano liquidate le somme del contributo una tantum riferito all’annualità 2019”.

Sempre su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, la giunta ha approvato un’anticipazione di 60mila euro sull’annualità 2019 all’Arci, soggetto gestore del progetto ‘Battiti di integrazione’ nell’ambito dello Sprar (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

“Ci siamo determinati in questo senso – hanno concluso Biondi e Bignotti – anche per dare seguito agli indirizzi del che l’amministrazione si è data fin dall’inizio dell’emergenza, tesi ad assicurare quanta più liquidità possibile agli interlocutori del Comune – ha concluso Bignotti – e per consentire al gestore di poter assolvere alle questioni più urgenti”.


Print Friendly and PDF

TAGS