L’Aquila, “Un figlio imprevisto”performance di Ruben Montini

di Redazione | 01 Settembre 2020 @ 10:33 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA -Domenica 6 settembre, inaugurerà dalle ore 19.30 presso VarcoLabile sito in via G. Verdi 6/8, L’Aquila, “Un figlio imprevisto”, performance dell’artista Ruben Montini.

La performance è accompagnata dal testo “Carne della mia carne” del filosofo Lorenzo Bernini.

La performance è realizzata con l’intervento tecnico della pittrice italiana Irene Balia (Iglesias 1985, vive e lavora a Milano) e una registrazione sonora della voce della madre dell’artista.

Nei giorni successivi alla performance, la mostra sarà visitabile fino al 12 settembre, tutti i giorni dalle ore 19.00 alle 22.00.

Con “Un figlio imprevisto” si prosegue la programmazione negli spazi di VarcoLabile.

Ruben Montini, Oristano 1986. Vive a Castelnuovo del Garda, Verona.

Spaziando dall’uso della performance dal vivo alla realizzazione di opere oggettuali per lo più tessili, il suo lavoro si caratterizza per un uso radicale del corpo e una continua messa in discussione del pensiero collettivo. L’aspetto più politico delle sue azioni si intreccia ai toni più romantici, a tratti nostalgici, degli arazzi che lui stesso realizza, riecheggiando la performance femminista da un lato e un fare più domestico dall’altro. Le sue riflessioni, che si concretizzano in azioni effimere e in tessuti carichi d’oro e tradizione, sono una testimonianza costante di “cosa significhi nascere froci in un mondo etero” (cit. L. Bernini).

Recentemente ha fondato nella sua casa-studio sul Lago di Garda, CONFINO, un artist-run space che si prefigge di ospitare una programmazione interamente dedicata ai giovani artisti gay italiani o che vivano in Italia stabilmente.


Print Friendly and PDF

TAGS