L’Aquila Triduo di preparazione spirituale aspettando la Perdonanza celestiniana

La celebrazione eucaristica con al termine il rito di apertura della Porta Santa, trasmessa in diretta nazionale su TV2000

di don Daniele Pinton | 21 Agosto 2020 @ 19:18 | CREDERE OGGI
torrini documentario celestino V
Print Friendly and PDF

L’Aquila. L’Arcidiocesi di L’Aquila, come già annunciato, ha organizzato un Triduo di preparazione alla Perdonanza celestiniana, che potrà favorire una preparazione spirituale, utile a porre la centralità del pensiero di papa Celestino V  nel donare all’Aquila e al mondo il Giubileo, che ogni anno si celebra tra i primi e i secondi vespri della solennità del martirio di S. Giovanni Battista, dalla sera del 28 a quella del 29 agosto di ogni anno.

Il triduo di preparazione si svolgerà nella Chiesa di S. Maria del Suffragio a Piazza Duomo, dove l’Arcidiocesi potrà attuare tutte le disposizioni di prevenzione al contagio da Covid-19, dal 25 al 27 agosto 2020, con il supporto degli Scout AGESCI L’Aquila3.

La conferenza di martedì 25 agosto alle ore 18,00, in apertura del Triduo, che potrà essere seguita in diretta streaming su www.laquilablog.it, è stata organizzata a cura dell’Azione Cattolica Diocesana, e sarà tenuta dal monaco benedettino Dom Fabrizio Messina Cicchetti, sul tema: “L’influsso della spiritualità benedettina nella figura di Pietro del Morrone”. Questa conferenza doveva essere tenuta dall’Abate benedettino Dom Roberto Dotta, ma a causa di alcuni problemi di salute sopraggiunti al rientro da un impegno in nord Italia, l’Abate di Subiaco, S. E. Dom Mauro Meacci, ha chiesto al Cardinale Arcivescovo Giuseppe Petrocchi di poterlo sostituito con il Direttore della Biblioteca Nazionale dell’Abbazia di Subiaco, riconosciuto come un monaco esperto in storia della Chiesa e molto preparato sulla figura dei santi monaci benedettini.

La successiva programmazione del Triduo, con l’Adorazione Eucaristica del mercoledì 26 agosto e la Liturgia Penitenziale di giovedì 27 agosto, con la possibilità di confessarsi, sarà sempre nella Chiesa di S. Maria del Suffragio ad iniziare dalle ore 18,00.

In considerazione delle modifiche apportate alla programmazione religiosa della 726a Perdonanza Celestiniana, nel rispetto di tutte le norme previste per la prevenzione dal Covid-19, il Comune di L’Aquila e l’Arcidiocesi hanno concordato lo spostamento della celebrazione eucaristica di apertura della Porta Santa, presieduta dall’Arcivescovo di Bologna, il Cardinale Matteo Maria Zuppi, che avrà luogo sul prato antistante la Basilica di S. Maria di Collemaggio, a partire dalle ore 19,00. Questa scelta, è stata fatta per favorire la conclusione del corteo della Bolla e il regolare ingresso dei fedeli per la celebrazione eucaristica, attraverso il passaggio dai varchi autorizzati, senza creare alcun tipo di assembramento.

Il Vice Sindaco di L’Aquila, Raffaele Daniele, delegato dal sindaco Pierluigi Biondi a seguire in sinergia con l’Arcidiocesi aquilana l’organizzazione degli eventi giubilari, si è impegnato moltissimo per garantire ai fedeli che parteciperanno alle varie celebrazioni eucaristiche della Perdonanza celestiniana, di avere garantita la sicurezza personale nel rispetto delle norme vigenti in prevenzione al contagio pandemico e interpellato dalla redazione di Laquilablog, ha dichiarato che

“per motivi di prevenzione alla pandemia, l’accesso alla Santa Messe di apertura della Porta Santa, sarà consentito soltanto su prenotazione, attraverso una piattaforma telematica appositamente creata dal Comitato organizzatore. I fedeli, per accedere all’area appositamente riservata alla celebrazione giubilare e che non potranno superare il numero di mille, verranno muniti di un braccialetto elettronico, con all’interno un apposito ‘cip’ che garantirà il contingentamento delle persone. Inoltre, per l’ingresso alla Porta Santa, che consentito a non più di duecento fedeli simultaneamente, sarà permesso attraverso un apposito corridoio di circa centotrenta metri, dove i fedeli potranno essere distanziati nel rispetto delle norme anti covid-19. A tal proposito, sarà presente un gruppo di volontari dell’Arcidiocesi e di funzionari comunali che garantiranno il corretto ingresso e uscita dalla Basilica di Collemaggio”.

La celebrazione, con al termine il rito di apertura della Porta Santa che è previsto per le 20.30, verrà trasmessa per la prima volta, in diretta nazionale su TV2000, così da garantire alle persone che non potranno partecipare alla Messa giubilare, di poterla seguire in televisione, ma soprattutto, finalmente questa opportunità potrà agevolare una diffusione nazionale dell’evento giubilare celestiniano.

 


Print Friendly and PDF

TAGS