L’Aquila, “Stabat Mater” per celebrare il giorno della memoria

L'esibizione del conservatorio "A. Casella" di L'Aquila avrà luogo giovedì 27 gennaio

di Redazione | 26 Gennaio 2022 @ 11:20 | EVENTI
Stabat Mater
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Il conservatorio “A. Casella” dell’Aquila celebra il Giorno della Memoria con lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi. Giovedì prossimo 27 gennaio alle ore 11.30 presso l’Auditorium del Conservatorio l’Orchestra d’archi Casella si esibirà diretta dal M° Sabatino Servilio per un evento che è diventato istituzionale per la scuola di alta formazione musicale aquilana.

Insieme al direttore Servilio sul palco saliranno: Andrea Petricca e Mariabeatrice Pietroiusti violini, Giulio Sbernadori Viola, Matteo Scarpelli Violoncello, Marco Lepidi Contrabasso, e le voci soliste Lorena Grazia Scarselli Soprano e Lisa Brandolini Contralto. Saranno eseguiti i dodici numeri della composizione commissionata a Pergolesi nel 1734, dalla laica confraternita napoletana dei Cavalieri della Vergine dei Dolori di San Luigi al Palazzo, per officiare alla liturgia della Settimana Santa. Una stesura questa di Pergolesi fedele in linea di principio alla tradizione della musica sacra del XVII – XVIII secolo simile è la strumentazione per archi e basso continuo, inalterata la presenza nelle parti solistiche delle due sole voci di soprano e contralto. 

Il lavoro di Pergolesi però presenta  concezioni armoniche e melodiche  innovative ed al passo con le tendenze della musica di scuola napoletana ed europea della metà del ‘700. Un’opera particolarmente adatta per celebrare Il Giorno della Memoria, ricorrenza istituita con la risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite  per commemorare le vittime dell’Olocausto. 

“Il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila – ha dichiarato il direttore Claudio Di Massimantonio – ha dimostrato sempre grande sensibilità verso i temi che riguardano i drammi dell’umanità ed ha istituzionalizzato eventi legati a queste ricorrenze. Come ogni anno anche quest’anno ha voluto dare il suo contributo ricordando questa giornata affinchè la comunità abbia un momento di riflessione sulle debolezze dell’uomo”.


Print Friendly and PDF

TAGS