L’Aquila, Silveri: “Non solo turismo, valorizzare le eccellenze del territorio”

di Redazione | 13 Maggio 2022 @ 16:28 | VERSO LE ELEZIONI
silveri
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “L’Aquila non è solo turismo, le politiche di sviluppo e di incentivo non possono fermarsi a questo settore, sia pure importante e strategico, perché L’Aquila è una città dotata di un grande potenziale alla luce delle eccellenze in tanti i settori, a partire da quelli produttivi, artigianali, della cultura, della ricerca e della formazione”. 
 
Così il consigliere comunale uscente dell’Aquila Roberto Junior Silveri, ricandidato nelle file della Lega alle elezioni amministrative del capoluogo regionale del prossimo 12 giugno.
Il 34enne consigliere, nel 2017 eletto in Forza Italia, di professione imprenditore, nella sua seconda esperienza in Consiglio comunale vede “una città proiettata fuori dai confini regionali e nazionali”. “Per esempio, pochissimi – spiega Silveri – sanno, anche in città, che a L’Aquila si producono elicotteri ultraleggeri venduti in tutto il mondo, si producono violini esportati anche in Cina, pochissimi sanno che si producono selle per cavalli che finiscono nel ricco mercato arabo”. 
 
“Le caratteristiche dell’Aquila sono uniche – continua Silveri -, c’è una straordinaria concentrazione di aziende artigianali, professionisti, ricercatori che generano eccellenze apprezzate fuori regione e fuori nazione e che parlano e raccontano della città dell’Aquila. Eccellenze che hanno oltrepassato il Gran Sasso e le Alpi in virtù della qualità e della innovazione, molto spesso senza aiuti pubblici e contributi: questo il vero tessuto economico e sociale della città, oltre agli addetti legati alle attività istituzionali”.
  
Silveri “vede” con lucidità il futuro: “Da qui a 10 anni il mercato edile oggi drogato dalla ricostruzione post terremoto e dal superbonus 110 non potrà garantire gli stessi termini di occupazione di oggi e la città, le imprese e la politica dovranno trovarsi pronti, lavorando già da oggi”. 
 
Ed indica anche una strategia: “Come fanno le altre grandi città, l’Ente comunale deve essere presente in tutti i palcoscenici nazionali ed esteri, dei settori produttivi e non, per promuovere le eccellenze coinvolgendo gli stessi operatori del settore. Presenza che permetterà di generare esperienza sul settore fieristico per poi ospitare, promuovere organizzare o creare nuovi eventi fieristici”.

Print Friendly and PDF

TAGS