L’Aquila, scuola Mariele Ventre: dal 7 gennaio 18 classi nel nuovo plesso

di Redazione | 30 Dicembre 2020 @ 12:39 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Alla riapertura del prossimo anno scolastico, prevista per il 7 gennaio 2021, 18 classi della scuola primaria Mariele Ventre riprenderanno le lezioni nel nuovo plesso, nel quartiere di Pettino, dove è terminata l’opera di demolizione e ricostruzione a seguito del sisma 2009.  

I lavori, per un importo complessivo di 5,2 milioni di euro, consegnati nel gennaio 2018, hanno restituito alla comunità una struttura all’avanguardia sotto il profilo della funzionalità, della tecnologia e della sicurezza, dotata di isolatori sismici, impianti di ultima generazione in grado di ottimizzare i consumi, attrezzature e aree verdi che rendono gli spazi accoglienti e a misura di studente. 

Sono circa 400 gli alunni

dalle seconde alle quinte classi, che entreranno nella nuova struttura mentre le sei classi prime permarranno nell’ala est del Musp dove è attualmente ospitata la Mariele Ventre che fino al mese di febbraio sarà sede anche della segreteria amministrativa dell’istituto. Nell’ala ovest, invece, troveranno ospitalità gli alunni della scuola dell’infanzia Cansatessa. Al piano superiore del modulo scolastico, invece, dove prima dell’inizio dell’anno scolastico sono stati realizzati lavori che hanno migliorato l’efficienza e la razionalità degli spazi, sarà ospitato il liceo delle scienze umane.  

“Quello della Mariele Ventre è stato il primo intervento di edilizia scolastica nella nostra città e il rientro nella nuova struttura dei figli di questa terra rappresenta un grande motivo di speranza e fiducia nel futuro. – dichiarano il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore alle Opere pubbliche, Vittorio Fabrizi –. Un segnale importante che, con l’inaugurazione della scuola di Arischia di settembre, testimonia come finalmente nella ricostruzione delle scuole si sia finalmente cambiato passo, per garantire a quello che è il futuro di questo territorio edifici moderni e sicuri, in cui studenti e docenti possono svolgere nel migliore dei modi le loro attività. Il nostro ringraziamento va al settore Opere pubbliche dell’ente, al suo dirigente Mauro Bellucci e al responsabile unico del procedimento Antonello Giampaolini per l’impegno e la dedizione mostrati per la realizzazione di questo importante progetto”. 

“Si tratta di un evento emblematico per la città dell’Aquila che segna non solo il rientro in classe in un edificio scolastico in muratura per gli alunni della Mariele Ventre, ma anche il ritorno progressivo  in presenza per gli studenti Italiani e Abruzzesi di tutte le Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. – sottolinea il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Antonella Tozza – Potremmo considerare dunque questo giorno come un nuovo avvio dell’anno scolastico, un segnale positivo che infonde speranza per i nostri giovani. Speriamo che sia il segno di un ritorno progressivo alla normalità per tutti. Auspico che questo nuovo anno 2021 ci porti normalità e serenità per continuare con efficacia la nostra azione educativa in questi ambienti innovativi che ispirano approcci didattici capaci di integrare la didattica all’utilizzo delle tecnologie”. 

“Il ritorno sui banchi nella nuova scuola è il modo migliore per augurare ad alunni, insegnanti e personale l’inizio del nuovo anno. Ci sono ancora alcuni dettagli da definire sotto il profilo dell’organizzazione e per questo, in questa prima fase, gli uffici rimarranno nella vecchia sede. L’idea di mantenere le sei prime classi nel Musp è legata al progetto con cui intendiamo creare una continuità tra la scuola dell’infanzia e la primaria. Ovviamente il prossimo anno i bambini che accederanno alla seconda seguiranno le lezioni nella nuova struttura” sottolinea il dirigente scolastico, Gabriella Liberatore.  


Print Friendly and PDF

TAGS