L’Aquila, scelta pediatra: mamme nel caos

Dott.ssa Emanuela Iorio: "Cercheremo di dare una mano, cosa che abbiamo sempre fatto noi pediatri aquilani"

di Redazione | 07 Novembre 2020 @ 13:25 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Caos tra i pazienti della Dottoressa Albano, da poco andata in pensione, che sono stati bloccati nelle scelte di altro medico e la Asl li ha divisi temporaneamente tra tutti i pediatri del territorio.

“Sono molto addolorata per la situazione drammatica che stanno vivendo i miei pazienti, senza assistenza in un momento così difficile. Purtroppo la mia pensione non è stata una scelta ma è legata al mio stato di salute”.  Cosi la pediatra Caterina Albano che spiega: “Sono immunodoepressa ed ho una patologia polmonare che mi ha portato ad una invalidità ed inabilità assoluta e permanente al lavoro. In questo anno ho avuto più volte crisi respiratorie con difficoltà a lavorare compreso un ricovero ospedaliero, ma ho tenuto duro per i miei bambini. Purtroppo dopo l’estate sono peggiorata e per me non è stato più possibile continuare il mio lavoro e ho fatto domanda di pensione per malattia in un momento in cui ancora non cominciava seconda ondata del covid. Ho comunicato alla ASL che sarei andata in pensione il primo novembre e mi hanno assicurato che il 2 novembre avrebbero assegnato i miei pazienti ai colleghi del territorio per non farli rimanere senza assistenza. Mi dispiace che questo non sia stato ancora attuato. Spero che la ASL provveda rapidamente a dar loro assistenza. Sono solidale e dalla parte dei miei pazienti  e continuo, nonostante in pensione, ad essere a loro disposizione telefonicamente come lo sono stata in tutta la vita lavorativa  di pediatra.

“La dottoressa Albano – spiega la dott.ssa Emanuela Iorio –  è andata in pensione per motivi di salute. La asl ha provveduto a mettere una pediatra che prenderà il suo posto, purtroppo però questo accadrà dal 1 dicembre, essendo che la nuova dottoressa non poteva già da novembre. Ora è successo che dal 1 novembre i pazienti che ancora risultavano iscritti con Albano, sono stati bloccati nelle eventuali scelte di altro medico e la asl li assegna temporaneamente a tutti i pediatri del territorio dividendoli tra tutti. Solo per 1 mese. Quelli che invece hanno cambiato medico prima di novembre, rimangono se vogliono col medico scelto. Questa cosa – prosegue –  è accaduta, purtroppo in tutti i sensi, in un periodo in cui l’utenza ha bisogno e la Asl è anch’essa sotto scacco per la pandemia. Noi pediatri ” affidatari” , ancora non sappiamo chi dobbiamo seguire temporaneamente. Per cui bisogna avere ancora un po’ di pazienza, speriamo che nei prossimi giorni si possa aggiustare tutto. I messaggi che Caterina Albano vi ha inviati erano stati suggeriti dalla Asl stessa che suggeriva di non andare presso gli uffici per evitare assembramenti. Nel frattempo – conclude – in attesa che tutto vada a posto, tutti noi cercheremo di dare una mano, cosa che abbiamo sempre fatto noi pediatri aquilani, in prima linea la stessa dottoressa Albano. Per una intera vita lavorativa dedicata ai suoi piccoli pazienti”.


Print Friendly and PDF

TAGS