L’Aquila, raccolti 2mila euro per la foresteria per pazienti trapiantati d’organo

di Redazione | 10 Febbraio 2024 @ 09:07 | SANITA'
FORESTERIA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Oltre 2.000 euro raccolti e donati dall’associazione CREA all’Aquila per la vita per sostenere l’istituenda foresteria per pazienti trapiantati d’organo. Ha avuto successo il party di beneficenza del 31 gennaio scorso, organizzato da CREA, con il patrocinio del Lions Club L’Aquila e del Rotary Club L’Aquila, nella cornice del ristorante Rèver che ha pure partecipato attivamente all’organizzazione della serata. 

Costituita nel dicembre 2022 da giovani studenti, professionisti,  e componenti della cittadinanza attiva, l’associazione Crea ha tra le sue finalità quella di promuovere iniziative che favoriscano inclusione e solidarietà. L’ente cittadino si propone anche di sostenere tutto ciò che può essere considerato welfare. Alla serata hanno aderito, tra gli altri, i costruttori Gianni  Frattale, sostenitore benemerito dell’Aquila per la vita, e Marzia Frattale, cui va un ringraziamento per aver anche contribuito alla buona riuscita della serata. Presenti il prof. Luciano Mutti, primario del reparto di oncologia, il prof. Fabio Vistoli, primario della chirurgia universitaria e responsabile del blocco per il trapianto d’organi. Dopo i ringraziamenti da parte del presidente dell’Aquila per la vita, Giorgio Paravano, ai dirigenti di CREA, e il saluto dell’avvocato Gianluca Cervale in rappresentanza di CREA, il prof. Vistoli ha voluto sottolineare l’importanza di avere all’Aquila il centro trapianti, punto di riferimento non solo per l’intero Abruzzo ma anche per le regioni limitrofe. Il professionista si è poi soffermato sulla necessità di avere in città, oltre alla foresteria per malati oncologici, quella per i pazienti trapiantati d’organo.


Print Friendly and PDF

TAGS