L’Aquila, progetto urbano Porta Leoni: finanziato e dimenticato

di Matilde Albani | 25 Luglio 2020 @ 06:30 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La riqualificazione del centro storico dell’Aquila, ha visto negli anni post sisma una serie di annunci di cui si sono perse le tracce. Quello della riqualificazione di Porta Leoni , zona verde e belvedere turistico,  nel quartiere di Santa Maria di Farfa, è finito nel dimenticatoio. A disposizione, nel 2017, c’erano quattro milioni di euro stanziati dal Cipe, destinati a riqualificare una delle zone più belle dell’Aquila, tra la basilica di San Bernardino e le mura cittadine, attraverso la sistemazione e restauro della zona storica di Porta Leoni, San Bernardino e Santa Maria di Farfa.

Il progetto prevedeva anche un parcheggio sotterraneo. L’intesa tra il Comune dell’Aquila con Massimo Cialente Sindaco e l’Ater (l’Agenzia regionale per l’edilizia residenziale) , proprietaria della maggior parte degli alloggi popolari nel capoluogo abruzzese, prevedeva la demolizione di sessanta appartamenti nella zona appunto di Porta Leoni. Demolizione necessaria per la realizzazione di un belvedere sulle mura cittadine, vista Gran Sasso. Una un’idea che, innegabilmente, è rimasta tale. 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS