L’Aquila, Primavera Aquilana fa chiarezza sulla propria posizione politica

di Redazione | 22 Febbraio 2022 @ 13:57 | ATTUALITA'
Primavera Aquilana
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Primavera Aquilana chiarisce la propria posizione rispondendo alle varie informazioni che li hanno coinvolti nell’ultimo periodo.
In questi giorni sulla stampa sono uscite informazioni riguardanti il nostro percorso di “Primavera Aquilana” su cui riteniamo di dover fare alcune precisazioni. Dopo la deflagrazione del tavolo civico-progressista, dove ci eravamo seduti con l’obiettivo di identificare uno/a candidato/a sindaco/a terzo che permettesse di tenere unita la colazione e che esprimesse un progetto nuovo e un’idea di rinnovamento della classe politica, abbiamo avviato una fase di interlocuzione con la nostra comunità politica per capire cosa fosse meglio fare.
Interlocuzione dalla quale è emerso chiaro il messaggio di non abbandonare la nostra azione anche sul terreno di queste elezioni, cercando di determinarle il più possibile con la nostra presenza, nonostante una situazione, quella attuale, non favorevole e da noi non voluta, come noto, e della quale come molti cittadini aquilani, ci sentiamo ostaggio e che tendiamo a vivere con difficoltà.
Lavorando in questa direzione, con delle nostre delegazioni, abbiamo iniziato a fare degli incontri preliminari con i due candidati a sindaco del centrosinistra. Abbiamo incontrato per primo quello del Passo Possibile, Americo Di Benedetto, con il quale abbiamo avviato un confronto (senza peraltro che uscissero articoli di giornali a riguardo), e ugualmente abbiamo avuto un incontro con la candidata a sindaco Stefania Pezzopane, sempre nell’ottica dell’incontro tra due parti politiche.
Un incontro che nostro malgrado è divenuto di carattere pubblico. A tal riguardo ci teniamo a precisare che, a differenza di quanto riportato dalla testata NewsTown, non vi ha preso parte la sindacalista Rita Innocenzi, da noi indicata al tavolo già citato come profilo adatto per un candidato sindaco unitario, e che nella vita – pur avendo riconosciuto il valore del percorso di Primavera – continua e continuerà a fare la sindacalista, e che non “guida” alcuna delegazione.
Tali incontri sono avvenuti o stanno avvenendo per iniziare un confronto sui contenuti e sulla visione della città delle coalizioni, che possa orientarci nel prosieguo della nostra azione politica, cercando di colmare così l’indecisione che lo stato attuale delle cose, ripetiamo non voluto da noi, ha determinato.

Print Friendly and PDF

TAGS