L’Aquila, presidio in ricordo vittime delle foibe

di Redazione | 12 Febbraio 2021, @12:02 | EVENTI
presidio in ricordo vittime delle foibe
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un presidio in memoria dei martiri delle foibe e degli esuli fiumani, istriani e dalmati si terrà sabato 13 febbraio, in continuità con le celebrazioni per il Giorno del Ricordo istituito con la legge 30 marzo 2004 n. 92, alle ore 16,30 presso la Villa comunale. Tale evento è organizzato dal Comitato 10 febbraio ed è aperto a tutte le realtà associative e ed ai singoli cittadini.

Nel corso dell’evento verrà deposta una corona di fiori in memoria delle migliaia di italiani infoibati dalla ferocia comunista titina in nome della pulizia etnica.

Anche L’Aquila Sociale aderisce alla manifestazione organizzata dal locale Comitato 10 Febbraio, che si svolgerà domani, sabato 13 febbraio, per ricordare le vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.
 
“Come ogni anno – afferma Claudia Pagliariccio, portavoce del nuovo laboratorio politico-culturale – ricorderemo il sacrificio di migliaia di Italiani che, vittime dell’odio dei partigiani jugoslavi e comunisti di Tito, furono trucidati e infoibati sul confine orientale tra il 1943 e il 1945, così come delle centinaia di migliaia di esuli giuliano-dalmati costretti ad abbandonare le loro terre al termine del secondo conflitto mondiale. Si tratta di una pagina di storia che per troppo tempo la cultura ufficiale ha tenuto nascosta e il cui ricordo è tanto più necessario alla luce dei tentativi di minimizzare o addirittura giustificare l’accaduto”.
“Abbiamo deciso – prosegue l’esponente di L’Aquila Sociale – di aderire con spirito unitario alla manifestazione statica organizzata dal Comitato 10 Febbraio, che si terrà domani pomeriggio alla Villa Comunale con raduno a partire dalle 16:30. In occasioni come questa, infatti, le appartenenze politiche e partitiche devono lasciare spazio il più possibile alla partecipazione condivisa di tutti coloro che intendono commemorare un episodio così tragico per tanti nostri connazionali e al tempo stesso rivendicare, oggi come allora, la profonda italianità delle terre del confine orientale.”
“Invitiamo dunque tutti i cittadini aquilani – conclude Pagliariccio – a partecipare numerosi, per manifestare ancora una volta la propria vicinanza ai nostri fratelli giuliano-dalmati e per contrastare le intollerabili manifestazioni di odio anti-italiano che qualcuno vorrebbe continuare ad alimentare”.

 


Print Friendly and PDF

TAGS