L’Aquila, presentata la piattaforma di condivisione dei progetti innovativi dell’Italia Centrale

di Redazione | 21 Giugno 2024 @ 18:24 | TECNOLOGIA E INNOVAZIONE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – È stata presentata all’Aquila, nel corso di “innovazionecentrale” – primo meeting tra innovatori e investitori del Centro Italia – la piattaforma di condivisione delle iniziative e dei progetti innovativi dell’Italia Centrale sviluppata dalla CTE Casa delle Tecnologie Emergenti dell’Aquila e promossa dagli incubatori di start-up di Abruzzo, Marche, Umbria.

Promosso dalla Casa delle Tecnologie Emergenti, unitamente al Sistema Invitalia Start Up, l’evento ha visto l’adesione di oltre cinquanta start-up innovative, investitori e partner industriali, gruppi bancari e centri di ricerca per circa 120 partecipanti.

“L’iniziativa restituisce il senso al progetto a cui lavoriamo da tempo e dimostra quanto fosse funzionale la realizzazione della Casa intelligente delle tecnologie per la sicurezza ‘L’Aquila Sicura’, una delle sei operanti in tutto il territorio nazionale, promossa da questa Amministrazione. Viviamo una congiuntura storica particolare per cui è necessario infondere la giusta fiducia negli investitori e in coloro che avviano nuove imprese”. Così il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, nel suo intervento che ha aperto il confronto alla presenza dell’assessore regionale per lo Sviluppo Economico, Tiziana Magnacca e di Stefano Massari, referente dell’Unità di Missione della Ricostruzione del Centro Italia.

“I dati macro-economici degli ultimi 18 mesi indicano una Nazione in ripresa e un sostanziale incremento degli occupati a tempo indeterminato – secondo le più recenti analisi del Sole24Ore – Anche per l’Abruzzo, inoltre, vive un periodo favorevole, come riportato nel report di Banca d’Italia, che segnala incrementi positivi nel mondo occupazionale e in diverse attività, come l’export del settore farmaceutico che nella città dell’Aquila ha dei player fondamentali. Siamo sulla strada giusta e – ha aggiunto il sindaco Biondi – credo che dal futuro delle aree interne dipenda la capacità dell’Italia di dare vita a una politica di coesione compiuta in cui ogni territorio conosca sviluppo, assecondando la sua vocazione”.

Per il Direttore della CTE Federico Fioriti “Questo evento dimostra come la creazione di un Ecosistema può rendere attrattivo un Territorio per le realtà innovative e anche per i giovani che vogliono lavorare nei così detti ‘Nuovi Lavori’. L’Aquila sta dimostrando di poter essere il luogo ideale per sviluppare tecnologie e diventare un luogo di incontro delle Innovazioni per il Centro Italia. 

Questa Infrastruttura che è stata lanciata oggi, nella sua duplice forma digitale e fisica, attraverso le connessioni con tutti i laboratori di ricerca presenti nei Territori, servirà per far emergere e rendere ancora più competitive le Imprese Innovative delle Aree Interne”.


Print Friendly and PDF

TAGS