L’Aquila, Pietrucci: città merita luogo dove vedere opere di Mariani

di Redazione | 08 Dicembre 2021 @ 13:43 | POLITICA
mariani
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –   Pierplaolo Pietrucci commenta la mostra del MAXXI su Mariani. “In occasione dell’“Omaggio a Marcello Mariani”, mostra itinerante temporanea nel centro storico cittadino a cura del MAXXI L’Aquila e in occasione della possibilità che un’opera del Maestro possa essere donata al nostro Museo di Arte Contemporanea – come egli stesso aveva in animo di fare prima di lasciarci nel 2017 – torno volentieri su un’altra necessità che ci impone la memoria di colui che è stato riconosciuto  come un’eccellenza fra le personalità pittoriche e artistiche italiane” afferma Pietrucci

“L’idea, che ho condiviso mesi orsono anche con le istituzioni locali ma senza troppo successo, è quella di pensare a un luogo cittadino dove custodire le opere di Marcello Mariani. Abbiamo l’occasione di dare prova inconfutabile che la città capoluogo sappia tributare il giusto spazio ai propri figli eccellenti, di dare il segno che ancora, come nel tempo è già stato ampiamente dimostrato, la nostra è una “città officina”, laboratorio, fucina di cultura e inclusione” continua Pietrucci. “Sarebbe tra l’altro un ritorno al passato splendido dell’artista, in raccordo con la lungimiranza mecenatesca espressa già dell’ex sindaco Enzo Lombardi durante la sua amministrazione, quando offrì al Maestro la possibilità di avere a disposizione un laboratorio d’arte in comodato d’uso nella centralissima Via Sassa, diventato in breve tempo crocevia di artisti ed estimatori. Inutile ribadire quanto Marcello Mariani abbia dialogato per tutta la vita con l’Aquila tanto da citarla continuamente nei suoi lavori. Ed è inutile ricordare quanto egli sia stato e continui a essere apprezzato ben oltre i confini dell’Aquila. La mostra omaggio al MAXXI L’Aquila è oggi l’occasione giusta per riannodare tutti i fili intorno alla figura del Maestro e tessere insieme alla città una meravigliosa opera di tributo” conclude Pietrucci.


Print Friendly and PDF

TAGS