L’Aquila, piazza Duomo è deserta nel primo sabato di isola pedonale

di Simone Di Blasio | 03 Luglio 2021 @ 12:42 | ATTUALITA'
piazza duomo estate
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Una serata contrassegnata dalle multe della polizia municipale elevate a raffica agli aquilani sbadati che alle 19,00 non avevano ancora liberato Piazza del Duomo dalle loro automobili.

Un tardo pomeriggio di un venerdì qualsiasi a colloquio con il commercialista, avvocato o negoziante, ostaggi di una non definita possibilità di parcheggio all’interno della Città, per coloro che non sono residenti o domiciliati nelle zone pedonali.

L’eccezione è stata il consigliere comunale che, all’ora X dell’inizio della zona pedonale, dopo aver parcheggiato in piazza Duomo, è stato gentilmente avvisato dai tutori del rispetto delle nuove regole, di spostare l’automobile, cosa fatta solo verso le ore 20, senza alcuna multa.

Il Centro storico, come riportato dal nostro giornale, è stato travolto, in tutti i sensi, da una movida notturna, anche grazie alla vittoria calcistica dell’Italia contro il Belgio.

Questa mattina, però, come primo effetto della zona pedonale che inizia il sabato dalle ore 11 e si prolunga fino alle 24 della domenica, i centri commerciali alle periferie della Città, muniti di spaziosi parcheggi, sono pieni di gente anche per l’inizio dei saldi. Piazza Duomo e le vie limitrofe sono completamente vuote, con un effetto dirompente sulla perdita di fatturato dei negozianti che a stento e con grande sacrificio hanno ripreso le loro attività, dopo le chiusure per il covid-19, nel Centro storico dell’Aquila.

Una problematica, questa, che certamente l’Amministrazione comunale dovrà affrontare nella seduta straordinaria del Consiglio Comunale di lunedì 5 luglio, convocata su richiesta proprio di alcuni consiglieri di maggioranza. L’istanza nasce dalla necessità di dare voce ai commercianti del centro storico per i disagi che l’isola pedonale sta producendo al tessuto economico della città. Tra le proposte l’individuazione di parcheggi in prossimità del Centro cittadino, magari con disco orario, che permettano agli anziani e agli avventori di poter fare le loro spese o visite nel centro della Città senza essere costretti a orientare le loro attenzioni ai soli centri commerciali.

Trovare soluzioni funzionali a far ri-vivere un centro storico e le sue attività commerciali è una priorità sociale anche per il buon esito dell’isola pedonale in una Città sempre più green, pronta ad ospitare i turisti ma anche i tanti cittadini aquilani. Le difficoltà nascono anche da un mega parcheggio privo di un tapis-roulant funzionante o dal tanto agognato ascensore di via Luigi Rendina, anch’esso in divenire. Una considerazione in conclusione: la loro messa in funzione doveva essere propedeutica all’istituzione di una legittima e benefica zona pedonale, nella quale, navette gratuite dal mega parcheggio, terminano il loro servizio alle ore 20, non risolvendo i problemi oggi in essere sulla mobilità cittadina.


Print Friendly and PDF

TAGS