L’Aquila, Pezzopane ai capigruppo destra “State sereni”

di Redazione | 30 Dicembre 2021 @ 12:43 | POLITICA
Pezzopane
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Capigruppo, state sereni. Devo aver turbato assai la tranquillità natalizia della amministrazione aquilana se i capigruppo di Biondi in Comune, dopo aver saputo della mia disponibilità alla candidatura a Sindaca dell’Aquila – hanno ritenuto di sfornare uno sgangherato comunicato a cui sono tenuta a replicare. Poiché conosco alcuni dei capigruppo firmatari del documento come persone perbene, mi meraviglio del tono e del contenuto” inizia la deputata dem Stefania Pezzopane

Sul tono. Nella stesura si avverte l’astio e l’ombra di antiche frustrazioni ed insuccessi. Dicono di aspettarmi sul campo, per sconfiggermi come quando mi candidai alle provinciali del 2010. Ma Magari!!!! Ci metterei la firma a quel risultato che rammento agli astiosi. Persi in Marsica, ma nel Comune dell’Aquila stravinsi con questi numeri: 52,39% Aq 1, 58,12 % Aq2, 59,22 % Aq3, 65,36% Aq4, 61,87% Rocca di Mezzo e frazione di Paganica, 65,87% Tornimparte e frazione di Sassa. Mossa avventata citare quelle elezioni provinciali che nel Comune dell’Aquila furono uno straordinario risultato in tutti i collegi. In quella difficile competizione, a pochi mesi dal terremoto e caratterizzata dalle 25 presenze di Berlusconi ad Aq, nel Comune dell’Aquila, presi una percentuale di voti che mai nessuno ha preso ad un primo turno e da allora, vorrei far notare ai capigruppo, ho continuato a L’Aquila a vincere sempre, in qualsiasi competizione mi sia cimentata a differenza di qualcuno dei firmatari del comunicato che se non ricordo male, pur candidatosi a Sindaco e parlamentare non ha ottenuto né l’uno né l’altro risultato. Magari un po’ più di umiltà e di memoria non guasterebbe a chi “mi aspetta al varco”, linguaggio più consono a bulletti vendicativi. Quindi suggerisco garbo e meno propaganda. Gli aquilani e le aquilane non hanno anelli al naso e sanno su chi hanno sempre potuto contare” incalza Pezzopane

Sul merito. L’elenco delle cose fatte è in gran parte l’elenco di scelte dei governi Conte e Draghi di cui Biondi ed il suo partito sono fermi oppositori. Le stabilizzazioni? Governo Conte. La scuola dei Vvff? Governo Conte. Il fondo di 1.780 milioni? Governo Conte. La scuola nazionale della Pa per tecnici dell’emergenza ed il Entro nazionale per il servizio civile universale andranno al Progetto case? Dove? Con quali procedure? Scrivono di aver inaugurato due scuole, verissimo ma erano le due scuole ricostruite dalla precedente amministrazione. Hanno solo inaugurato quanto già fatto da altri, sulle restanti nessun cantiere e tanto disordine nonostante i poteri in deroga, 200 ordinanze fatte per le 8 scuole citate, fanno una media di 25 ordinanze ognuna e non è partito nulla: senza poteri in deroga e senza ordinanze ne furono ricostruite due. Sulle scuole un disastro, non rammaricatevi quindi se uso la parola incapaci.” lancia una stoccata la Deputata dem. “Oggi l’amministrazione ha soldi, deroghe e poteri di ordinanza come mai accaduto in precedenza, neppure con le famose OPCM della ricostruzione; i piccoli comuni in questi anni hanno fatto miracoli. Avremo modo di parlare di ognuna di esse, di come ogni scelta che governo e parlamento hanno fatto in questi anni è ritardata nella esecuzione dalle incertezze, dalla mancanza di atti da adottare.”

Così la Deputata Stefania Pezzopane conclude la replica all’attacco ricevuto dai capigruppo della destra al Comune dell’Aquila.

 
 

Print Friendly and PDF

TAGS