L’Aquila, tornano i “Venerdì in centro”, la fiera di San Massimo e i Cantieri dell’Immaginario

di Alessio Ludovici | 04 Giugno 2022 @ 06:00 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Dopo due anni di stop dovuti alla pandemia tornano a L’Aquila i  “Venerdì in Centro”, format di eventi dedicato alle famiglie e ai bambini. La prima edizione, nel 2019, ebbe un buon successo di pubblico, “e di critica”. Il Comune ha approvato  approvata la delibera di indirizzo.

La giunta comunale ha approvato la delibera di indirizzo per riproporre l’evento da realizzarsi in apertura della stagione estiva, il primo venerdì dovrebbe essere il 10 giugno, e prima dell’avvio dei consueti appuntamenti dei Cantieri dell’Immaginario e della Perdonanza Celestiniana.

“L’Amministrazione – si legge nell’atto – intende continuare a rendere il centro storico accoglienteed attrattivo per tutti i cittadini, con particolare attenzione al target delle famiglie, avendo riguardo di proporre eventi ed iniziative varie a misura di bambino/a”

Tutto pronto anche per la tradizionale Fiera di San Massimo, organizzata dalla Fiva Confcommercio, che quest’anno si terrà domenica 12 giugno. Un centinaio le domande degli ambulanti arrivate al Suap del Comune. 

DAL 16 al 18 giugno tornano anche le “Alpiniadi Estive”, manifestazione promossa dall’Associazione Nazionale Alpini “Abruzzi” con una partecipazione stimata di circa 1500 atleti provenienti da tutta Italia ed eventi anche in centro. 

Sul fronte Cantieri dell’Immaginario la giunta comunale ha provveduto ad adottare l0atto di indirizzo per la realizzazione della nuova edizione demandando al Settore AQ Progetti Speciali per la Rinascita – Programma RESTART e Azioni di Sistema la predisposizione degli atti necessari all’individuazione di un soggetto privato per la direzione artistica del festival. Per la direzione il compenso massimo previsto è di 35mila euro a valere dai fondi Restart. Per coordinare gli eventi, in stretta collaborazione con il direttore artistico, è stato individuato il Tsa, 10mila euro il compenso per l’Ente teatrale, in quanto “unico soggetto FUS del territorio riconosciuto quale Ente Teatrale Regionale e partecipato dal Comune dell’Aquila in qualità di socio e componente dell’Assemblea”. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS