L’Aquila per la prima volta tra le 65 imprese dell’edilizia privata

Costruzioni Iannini nella classifica Guamari

di Redazione | 29 Novembre 2023 @ 13:00 | ATTUALITA'
iannini
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un’impresa de L’Aquila entra per la prima volta nella classifica delle prime 65 imprese dell’edilizia privata sul territorio nazionale elaborata dalla società di ricerca Guamari e presentata ieri presso la sede di Assimpredil Ance a Milano. Fa quest’anno il suo esordio in classifica nella 59ma posizione l’aquilana COSTRUZIONI IANNINI S.r.l., la terza impresa abruzzese grazie a una cifra d’affari civilistica che nel 2022 è più che raddoppiata, raggiungendo il valore record della sua storia.

In classifica per l’Abruzzo anche le chietine Di Vincenzo Dino & C. S.p.a. e Strever S.p.a. Sotto la lente d’ingrandimento della Guamari il valore della produzione, i dati reddituali e patrimoniali, il costo del personale e il portafoglio ordini a fine esercizio delle società monitorate.

Costruzioni lannini nasce a L’Aquila nel 1984 come ditta individuale dell’architetto Eliseo lannini, oggi Srl alla seconda generazione con alla guida il figlio dott. Davide Iannini. Fin dai primi anni la Costruzioni Iannini S.r.l. si occupa di edilizia privata, pubblica ed infrastrutture.

La società ha saputo aggiudicarsi alcune importanti commesse tra cui spicca la ristrutturazione del Forte spagnolo cinquecentesco de L’Aquila, il Consorzio S.Emidio a L’Aquila e il Magazzino 4 nell’area portuale di San Basilio a Venezia per conto dell’Università Cà Foscari.

Negli anni ’90, all’attività nelle costruzioni sono state affiancate due realtà industriali: Ziaca, attiva nella zincheria, fondata nel 1990, e Ziaca 2, che si occupa di metalmeccanica e risale al 1997.

La forte crescita non riguarda solamente il valore della produzione ma anche tutti i dati reddituali che hanno toccato i massimi valori dei cinque anni in esame. Buona performance anche per l’andamento finanziario/patrimoniale che ha evidenziato un calo dell’indebitamento netto (meno 28,8 percento) che per la prima volta negli ultimi cinque anni è risultato completamente coperto dal capitale netto cresciuto dell’89,3 percento. Il portafoglio ordini (che a fine 2022 si è attestato a 94,2 milioni) si è arricchito nel pubblico di contratti riguardanti il Pnrr come la riqualificazione di un complesso di e.r.p. per conto dell’Ater di Rieti (12,5 milioni), il nuovo palazzo della Provincia de L’Aquila (12,2 milioni), mentre nel privato da alcune commesse di riqualificazione energetica ottenute grazie all’ esperienza maturata nel restauro di edifici storici e nella ristrutturazione di edifici danneggiati dai sismi che hanno colpito successivamente l’Italia Centrale.

Costruzioni lannini S.r.l. è certificata UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 14001:2015, UNI EN ISO 45001:2018, implementa il modello di organizzazione, gestione e controllo 231, ha ottenuto il rating di legalità, è iscritta alla white list della Prefettura de L’Aquila e redige un codice etico.


Print Friendly and PDF

TAGS