L’Aquila, per capodanno la messa del cardinale Petrocchi e le celebrazioni alle Anime Sante

Le celebrazioni del 31 dicembre e 1 gennaio

di Redazione | 30 Dicembre 2020 @ 14:10 | CREDERE OGGI
Print Friendly and PDF

Il 31 dicembre, il cardinale Petrocchi presiederà la S. Messa alle ore 18 nella Chiesa di San Silvestro in centro storico e intonerà al termine dell’anno civile 2020 il tradizionale e antico canto del “Te Deum” di ringraziamento. Pregherà con la Comunità Diocesana per ringraziare e lodare il Signore per i benefici ricevuti nel corso dell’anno trascorso e per le vittime e gli ammalati in particolare a causa della pandemia così come per coloro che sono impegnati per debellarla. 

“Desidero raggiungere, con l’affetto e la preghiera, le persone colpite dal contagio e le loro famiglie – ha scritto il Cardinale nel suo messaggio alla Comunità ecclesiale e Civile. – in particolare, affidiamo al Signore le vittime dell’epidemia e i loro cari. Una vicinanza speciale voglio assicurarla a tutti coloro che vedono compromesso il loro lavoro e quanti faticano a vivere per ristrettezze di ogni tipo.

Esprimo la mia commossa riconoscenza a quanti si prodigano, a vario titolo, per fronteggiare l’emergenza Covid-19, testimoniando generosità e abnegazione, spesso in grado eroico.

Il Figlio-fatto-uomo ha immesso il divino nell’umano, l’eternità nel tempo, l’assoluto nel limite, la luce nell’ombra. Così ha “deposto” nella esistenza di ciascuno di noi significati straordinari e potenzialità inaudite: poiché a coloro che Lo accolgono – cioè a quelli che corrispondono al Suo dono immenso – “ha dato potere di diventare figli di Dio” (Gv 1,12). 

In Gesù ci è data la “Verità tutta intera” (Gv 16,13) e la grazia che fa pulsare il nostro cuore con gli stessi battiti del Cuore del Signore (cfr. Rm 5,5).  Maria, Donna del Natale, ci aiuti a fare, ogni giorno di più, questa lieta “scoperta”.  Nel Suo “si”, vissuto personalmente e insieme, siamo resi certi che niente e nessuno può toglierci la pace; anzi, se rimaniamo nella volontà di Dio, tutto può concorrere al nostro bene (cfr. Rm 8, 28) e farci costruttori di una “nuova umanità” (cfr. Ef 2,15).

A otto giorni dal Natale del Signore nel giorno del 1° gennaio, in coincidenza con l’inizio dell’anno civile, la Chiesa celebra solennemente la madre di Gesù riconoscendola come Maria Madre di Dio.

Anche nella chiesa intitolata a Santa Maria del Suffragio in Piazza Duomo, le celebrazioni di questa importante solennità mariana avranno inizio giovedì 31 dicembre, con la Messa prefestiva delle ore 18,00

Come sempre la celebrazione eucaristica dell’ultimo giorno dell’anno sarà anche l’occasione per ringraziare il Signore dei benefici spirituali ricevuti e per offrire le gioie vissute e le prove sofferte nell’anno trascorso. 

In particolare, questo 31 dicembre, sarà anche l’occasione per rinnovare la gioia e il ringraziamento della comunità parrocchiale di S. Marco Evangelista per i 20 battezzati nel corso dell’anno passato.

Perciò, dopo i riti di comunione, sarà esposto il SS.mo Sacramento per un tempo di breve ma intensa preghiera per i piccoli che hanno intrapreso il cammino dell’iniziazione cristiana e per le loro famiglie e per ogni altra sentita intenzione per le necessità di questo periodo di grande difficoltà generale.

A conclusione verrà intonato in latino l’antico inno gregoriano del Te Deum Laudamus, espressione di lode e di gratitudine ma anche invocazione del soccorso divino per le vicende dell’uomo, a cui seguirà la particolare benedizione dei presenti con l’ostensione eucaristica.

Nel giorno della solennità, nella Chiesa di Santa Maria del Suffragio, venerdì 1° gennaio 2021, le Ss. Messe Solenni seguiranno l’orario festivo, ore 10,00 ore 11,00 e ore 18,00, e in ogni Messa, subito dopo i riti di comunione, verrà intonato il canto gregoriano del Veni Creator Spiritus per invocare i doni e l’accompagnamento dello Spirito Creatore sul nuovo anno.

Si ricorda che per muoversi per partecipare alle funzioni liturgiche, nelle giornate di zona rossa, occorre avere con sé la prescritta autodichiarazione compilata nella sezione altri motivi di necessità ammessi dalle vigenti normative. 


Print Friendly and PDF

TAGS