L’Aquila, Morgante su chiusura attuale sede dell’ADSU

di Redazione | 19 Novembre 2021 @ 10:51 | ATTUALITA'
Adsu
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  La Presidente dell’Azienda per il Diritto agli Studi Universitari di L’Aquila, la Prof.ssa Eliana Morgante rende noto che “L’ex caserma Campomizzi, attuale sede DELL’ADSU, non chiuderà”. La struttura dunque continuerà ad ospitare gli uffici, la residenza universitaria e l’unica mensa aperta tutti i giorni, sia a pranzo che a cena. Si è riusciti infatti a portare a compimento la procedura finalizzata all’acquisizione dell’agibilità della struttura. Nella giornata di ieri, i tecnici incaricati hanno inoltrato all’Azienda la ricevuta del deposito dell’agibilità presso i competenti uffici comunali. Grazie all’impegno ed alla perseveranza delle strutture amministrative dell’Azienda, si è riusciti a raggiungere il prezioso risultato.  Al riguardo la Presidente Morgante dichiara : “Non si può non ringraziare l’Amministrazione Comunale e in particolare l’assessore Daniele Ferella che , con l’assunzione di piena responsabilità, ha prestato il massimo della collaborazione con i tecnici che sono stati incaricati dall’Azienda di portare a compimento la complessa procedura amministrativa. Si deve sottolineare come, fin dall’ingresso in Azienda come Presidente, il mio prioritario interesse è stato quello di fare in modo che tutte le procedure tecnico amministrative fossero finalizzate a garantire l’assoluta sicurezza degli studenti e dei dipendenti dell’Azienda e naturalmente di salvaguardare anche il livello occupazionale delle società che gestiscono i servizi dell’Ente. La mancata acquisizione dell’agibilità avrebbe comportato necessariamente, da parte del Comune di L’Aquila, l’adozione dell’impopolare ma necessitato provvedimento di chiusura delle strutture, con tutte le conseguenze connesse. Grazie all’ottima intesa esistente tra le strutture amministrative e il vertice politico dell’Azienda, rappresentato da me come Presidente, Vice Presidente Antonio Pensa, e all’ impegno dell’Assessore Regionale Pietro Quaresimale, si è potuta scongiurare una simile nefasta conseguenza. Lamento soltanto il fatto che da anni si sarebbe potuto regolarizzare la situazione esistente se solo fossero state messe in campo tutte quelle risorse e tutto l’impegno che solo le attuali strutture dell’ente, da poco rinnovate nei vertici tecnici ed amministrativi, hanno saputo dimostrare di possedere, con inusuale dedizione e forte spirito di servizio. Il mio grazie va pertanto anche e soprattutto ai dipendenti dell’Ente, al Direttore Luca Valente e all’ing. Luigi Aratari.  Il fine precipuo del mio impegno in Azienda sarà sempre e soltanto quello di garantire il massimo dei servizi con il massimo livello di sicurezza.”

Print Friendly and PDF

TAGS