L’Aquila, la denuncia: mangiatoie e pozze abusive per i cinghiali

di Alessio Ludovici | 09 Ottobre 2021 @ 06:14 | AMBIENTE
mangiatoia per cinghiali
Print Friendly and PDF

L’AQULA – Pozze e mangiatoie abusive per far rifocillare i cinghiali. Praticamente degli allevamenti abusivi dell’ungulato. Succede un po’ in tutta Italia e anche a L’Aquila. Le immagini questa volta ci arrivano dalla zona tra San Giacomo e la Cona. Nella prima foto si vede una mangiatoia per pasturare i cinghiali appesa ad un albero. Nell’altra una pozza per farli abbeverare, un manufatto a tutti gli effetti.

E’ uno dei drammi dell’emergenza cinghiali in corso nel paese e anche nel nostro territorio. Gli incidenti non si contano e la cronaca, negli anni, ha dovuto fare i conti anche con vicende drammatiche.

Il sovrannumero dei cinghiali in Italia è dovuto a diversi fattori. La specie si diffonde in tutto il mondo perché, sostanzialmente, trova più facilmente da mangiare. Ma decisive sono le pratiche errate e la cattive prassi che impediscono di mettere sotto controllo il fenomeno. Dall’eccessivo ricorso alla caccia in braccata all l’introduzione di specie molto più riproduttive, fino alle caccia degli esemplari adulti. La risposta dei cinghiali è sempre la stessa, fare figli. 

E poi c’è il fenomeno dei punti ristoro realizzati da cacciatori. La beffa finale, anche in considerazione del fatto che molti cittadini ripongono le loro speranze proprio nei cacciatori per mettere sotto controllo la popolazione di cinghiali.

I danni per il territorio sono ingenti. Nella contabilità di questa emergenza, infatti, vanno annotati i danni all’agricoltura, pesantissimi in alcuni casi, oltre che con gli incidenti con gli automobilisti. Ma altrettanto pesante è il danno all’ecosistema. L’eccessiva presenza di cinghiali può compromettere fortemente il naturale sviluppo dell’ecosistema forestale e boschivo.  

Il foraggiamento dei cinghiali è un reato. Il cibo che gli diamo può nuocere alla loro salute o attrarli fuori dal loro habitat e in generale favorisce una riproduzione incontrollata della specie.

 


Print Friendly and PDF

TAGS